Archivi mensili: Aprile 2020

Home>2020>Aprile

Fiabe dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ Gli architetti bambini

Di |2020-09-18T15:48:12+01:0030 Aprile 2020|13, Lo Storiopata|

Ci fu un periodo nel mondo in cui la gente dovette rimanere a casa per diverse settimane. Alcune famiglie ne approfittarono per coltivare il piacere di stare insieme o per occuparsi di faccende che avevano sempre rinviato. (altro…)

Breviario di pensieri e parole durante il confinamento

Di |2020-09-11T15:17:19+01:0030 Aprile 2020|9, Limite di velocità|

Quello che segue è il prodotto di un algoritmo che, spiando nella mente e nei discorsi di alcune migliaia di famiglie, ha elaborato il percorso interiore di confinamento di un idealtipo italiano e androgino.

Ma se è poco più che un’influenza! (altro…)

Lockdown, quel che ora sappiamo (o dovremmo sapere)

Di |2020-09-11T15:17:19+01:0030 Aprile 2020|8, Limite di velocità|

Dopo tre mesi, la prima certezza che abbiamo raggiunto sul Covid è socratica: sappiamo di non sapere. E il brutto è che non siamo genericamente noi a non sapere. Non sanno neppure gli scienziati. (altro…)

Di |2020-09-11T15:17:19+01:0030 Aprile 2020|1, Stretti e contraddetti|

Passa stranamente come un’evidenza che lo stato si debba preoccupare in primo luogo dei settori che dicono: per ogni giorno di chiusura stiamo perdendo 20 milioni al giorno di mancate entrate. Suscita anche quel moto di sorpresa che fa dire: ma davvero ve ne entravano così tanti? Se ne parlava poco, prima.

L’industria della plastica al contrattacco

Di |2020-09-11T15:17:19+01:0017 Aprile 2020|8, Limite di velocità|

Strano paradosso. Da una parte viene denunciata l’origine dei nuovi virus nella deforestazione e nella perdita delle biodiversità; dall’altra la gestione dell’emergenza Covid sembra esigere il ripristino massiccio di abitudini e materiali al centro dell’insostenibilità ambientale. E’ il caso dei trasporti privati, che tornano in auge per l’attuale insicurezza generata da quelli collettivi. (altro…)

Di |2020-09-11T15:17:20+01:0017 Aprile 2020|1, Stretti e contraddetti|

I canali sportivi mandano in onda, di questi tempi, telecronache di partite di calcio degli anni ‘80. Fra le differenze con quelle attuali c’è che non veniva mai inquadrato l’allenatore. Un piccolo indizio dello spostamento di messa a fuoco (altro…)

Sei perle musicali del 2020, e almeno quattro non le conoscete

Di |2020-09-11T15:17:20+01:0017 Aprile 2020|13, Ufficio visti|

Nella triste serrata culturale di questi mesi la musica è forse l’arte più viva: continua a sfornare dischi, che possono essere apprezzati anche in streaming, e tanti meriterebbero una segnalazione. Mi limito ad annotarne sei, pescando da generi diversi. (altro…)

Cosa veramente hanno di eccezionale i divieti legati al coronavirus

Di |2020-09-11T15:17:20+01:0017 Aprile 2020|Limite di velocità|

Libertà, emergenza e stato d’eccezione.

Anche chi non ha studiato diritto, adesso ha un’idea di cosa sia uno stato d’emergenza: una sospensione temporanea delle libertà costituzionali determinata da un evento di eccezionale gravità. In realtà, molti tra quelli che hanno studiato diritto, prima del coronavirus, non sapevano neanche loro in che consistesse uno stato d’emergenza, (altro…)

Fiabe dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ I lupi e gli agnelli nelle città d’arte

Di |2020-09-11T15:17:20+01:0017 Aprile 2020|4, Lo Storiopata|

Ci fu un periodo nel mondo in cui la gente dovette rimanere a casa per diverse settimane. (altro…)

Parlare d’altro

Di |2020-09-11T15:17:20+01:0010 Aprile 2020|12, Limite di velocità|

Una delle conseguenze immediate di questo epocale virus è che rende apparentemente impossibile parlare d’altro. Persino quando un media propone un diversivo, quale un suggerimento letterario o la visione di un film, è d’obbligo premettere che si tratta di un modo per trascorrere la quarantena. (altro…)

Di |2020-09-11T15:17:22+01:004 Aprile 2020|1, Stretti e contraddetti|

E’ probabile che sia ormai una maggioranza a non collegare le disgrazie a una qualche punizione divina, e io certo mi schiero al suo interno. Ma il sospetto, se non di una collera, perlomeno di un’ironia affiora quando si pensa alla battaglia occidentale condotta contro il burqa, anche in nome della sicurezza; e immaginare già quella fila, (altro…)

Cosa hanno in comune (e cosa no) l’11 settembre e il coronavirus

Di |2020-09-11T15:17:22+01:002 Aprile 2020|Limite di velocità|

Il XXI secolo comincia, in qualche modo, l’11 settembre del 2001. L’attentato delle torri gemelle è talmente scioccante e inedito, anche guardato sullo schermo col centesimo replay, da offuscare al confronto quel che era accaduto nei mesi precedenti (e non solo quelli). (altro…)

Torna in cima