Archivi mensili: Dicembre 2019

Home>2019>Dicembre

L’anno dell’ecologia o del consumismo?

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0021 Dicembre 2019|11, Web philosophy|

Due concetti che legano con difficoltà. Come forse la crescita e il green.

Ma se Greta in qualche posto d’Europa fondasse un partito, quanti seggi spunterebbe in Parlamento? Si fa tanto per dire, e omaggiando Greta come simbolo, senza pretendere di continuare a gravarla di aspettative inappropriate.

(altro…)

Zucchero e veleni nei biglietti d’auguri in una cena natalizia di tradizione ventennale

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0020 Dicembre 2019|11, Lo Storiopata|

Racconto di Natale

Finita la cena della vigilia in casa Fragasse, i biglietti li aprono tutti nello stesso momento, avidamente. Nascosti alle loro spalle possiamo leggerli, ma soltanto uno per volta.

 

Carol, piccola maledetta arpia, (altro…)

Recensione del film “The Irishman”

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0020 Dicembre 2019|Il Nuovo Giudizio Universale|

Due questioni hanno tenuto banco a proposito di “The Irishman”, facendone un evento mediatico ancor più di quello che già sarebbe stato, visto che è firmato da Martin Scorsese. Il primo è la scelta di ricorrere, per una trama che abbraccia quarant’anni, al de-aging: (altro…)

Il sussurro del mondo di Richard Powers

Di |2020-09-11T15:17:25+01:0018 Dicembre 2019|12, Il Nuovo Giudizio Universale|

Il miglior romanzo pubblicato in Italia nel 2019

Sarebbe profondamente ingiusto pensare che Richard Powers debba ringraziare Greta Thunberg per la sua vittoria nel Premio Pulitzer. “Il sussurro del mondo” è un romanzo originalmente ma profondamente ambientalista, e si potrebbe malignare che sul premio abbia soffiato la temperie ecologista.  In realtà “Overstory” (questo è il titolo originale, sta per sovrastoria – la storia che parte dal principio e include il piccolo pezzo della storia dell’uomo; (altro…)

Musiche di Natale, ma non le solite

Di |2020-09-11T15:17:25+01:0012 Dicembre 2019|Lo Storiopata|

Proposte di colonna sonora per le feste

In molte case, di questi tempi, è impossibile sottrarsi al fascino della musiche natalizie, e ben lo sanno le case di incisione che propongono raccolte delle quali troppo spesso è palese il mero fine commerciale. Come cavarsela se si è esausti di ascoltare White Christmas (speriamo che ciò avvenga affidandosi alla voce di Louis Armstrong (altro…)

Microtargeting politico: profilati e fregati

Di |2020-09-11T15:17:25+01:0012 Dicembre 2019|10, Il futuro della democrazia, Web philosophy|

Ma tutta la comunicazione politica è diventata una distopia: ecco i suoi sette tasselli

Un giorno, durante una campagna elettorale, potrebbe arrivarvi un eccitante messaggio pubblicitario su Facebook. Finalmente avete trovato un candidato, Ciccio Mennella, che realizza il vostro sogno.

“Se sarò eletto realizzerò il Ponte sullo Stretto”.

E’ sempre stato il vostro pallino. Forse perché fate il pendolare tra Reggio Calabria e Messina.

(altro…)

Recensione di “Un giorno di pioggia a New York”

Di |2020-09-11T15:17:25+01:0011 Dicembre 2019|Il Nuovo Giudizio Universale|

Può un film essere cinico e romantico allo stesso tempo? Woody Allen ha più volte mostrato che se po’ fà, e non poteva mancare il bersaglio (gli 83 anni, per ora, non si mettono nemmeno in conto) proprio nella sua Manhattan, (altro…)

Degas, sempre meno impressionista

Di |2020-09-11T15:17:25+01:009 Dicembre 2019|Ufficio visti|

Ufficio visti

Se ancora vent’anni fa avessero chiesto a visitatori di mostre di compilare un questionario contenente la domanda: “Quanto è impressionista Degas da 1 a 10?”, tutti avrebbero con diligente entusiasmo vergato “10!”. Erano i tempi in cui i musei avevano scoperto che bastava infilare l’etichetta impressionismo per sbancare, e non avevano alcun interesse a sottilizzare gli scostamenti dal canone.

(altro…)

Torna in cima