FOCUS

Cartoline dalle città vive è il titolo del progetto di Remo Bassetti, notaio, scrittore, infaticabile animatore culturale, dispensatore di visioni e utopie, vulcano di idee ed energie.” Così Gian Luca Favetto su Repubblica del 7 maggio, che continua l’intervista: “L’idea è spingere le persone a rimettere in gioco la condizione della fisicità per comunicare (…), una sorta di manutenzione non digitale degli affetti lontani”.

Guarda il tutorial

Choose YOUR language

Partecipa alla creazione di un’installazione artistica legata alla lotta contro il Covid 19 mentre fai un gesto che ha un alto valore simbolico per te stesso e una persona a cui tieni.

Ultimi articoli

Privato del suo significato più ampio iscritto dentro la flessibilità funzionale, e interpretato solo come svolgimento all’interno delle pareti domestiche, (altro…)

15 Maggio 2020|1, Stretti e contraddetti|

Quegli scarti da colmare. “Città sommersa” di Marta Barone

Un’altra che scava nell’archivio familiare per trovare un plot narrativo? (altro…)

29 Maggio 2020|2, Sulla scrittura|

Mascherine tra salvezza, superstizione e iconografia

La mascherina è di destra o di sinistra? Negli Stati Uniti i democratici ne fanno segno di distinzione rispetto a Donald Trump, sempre sprovvistone. In Italia Conte la evita, ed è stato contestato dai banchi dell’opposizione quando ha iniziato uno dei suoi discorsi privo della protezione. (altro…)

15 Maggio 2020|3, Limite di velocità|

Sonetto sulle dichiarazioni da rendere ex dpcm

Attesti che è effettivamente nato,

compili col suo sangue, documenti

il transito suo al banco d’alimenti

e che alla qui presente è coniugato

 

che non è per trastullo che s’aggira

che un poco incontinenti sono i cani

che ancora non è al margine dei sani

e non ha troppo in uggia le sue mura. (altro…)

15 Maggio 2020|4, Versi, versi pure|

La verifica delle fonti, dal giornalismo alla scuola

In questo periodo, ogni mattina vengo svegliato da un temporale. Non importa che fuori ci sia il sole. Come accedo alla rete, compare un sito di informazione e tuona un titolo terrificante, che rimbomba per tutta la casa. E’ il sito web Ilmeteo.it.

Qualche giorno fa, per dirne una, mi segnala: “CORONAVIRUS ecco la Verità: perché l’ITALIA è più colpita del COVID 19 rispetto ad altri paesi” (si noti l’uso delle maiuscole, compresa l’elegante V che precede erità). E aggiunge: fonte N.Y. TIMES. Scorrendo l’articolo si arriva verso la fine alla risposta: è il caso. Cioè, siccome può accadere che un super diffusore inneschi una catena di contagi questo “potrebbe essere avvenuto proprio in Italia”. (altro…)

15 Maggio 2020|5, Il futuro della democrazia, Limite di velocità|

Fiabe dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ Gli architetti bambini

Ci fu un periodo nel mondo in cui la gente dovette rimanere a casa per diverse settimane. Alcune famiglie ne approfittarono per coltivare il piacere di stare insieme o per occuparsi di faccende che avevano sempre rinviato. (altro…)

30 Aprile 2020|6, Lo Storiopata|

Esiste un modo universale di scrivere sul web?

Ecco, per stilare una classifica, le cinque più memorabili fregature di tutti i tempi, in ordine cronologico. (altro…)

7 Novembre 2016|7, Sulla scrittura|

Lockdown, quel che ora sappiamo (o dovremmo sapere)

Dopo tre mesi, la prima certezza che abbiamo raggiunto sul Covid è socratica: sappiamo di non sapere. E il brutto è che non siamo genericamente noi a non sapere. Non sanno neppure gli scienziati. La salvezza di certo arriverà dalla scienza, ma intanto anche loro si trovano a formulare mere ipotesi su una malattia che di sé ha ancora rivelato pochino. Rimane comunque fermo che il parere di uno scienziato continui a valere di più di quello dell’uomo comune, almeno sulla malattia in senso stretto (non per forza sulle sue conseguenze sociali), ma ciascuno sceglie il suo, perché per il momento dicono tutti una cosa diversa. (altro…)

30 Aprile 2020|8, Limite di velocità|

Recensione del film “Unorthodox”

Una splendida miniserie su Netflix

 

Cosa distingue maggiormente le serie tv dal cinema? Probabilmente l’organizzazione della storia. (altro…)

30 Aprile 2020|10, Il Nuovo Giudizio Universale|

Cosa veramente hanno di eccezionale i divieti legati al coronavirus

Libertà, emergenza e stato d’eccezione.

Anche chi non ha studiato diritto, adesso ha un’idea di cosa sia uno stato d’emergenza: una sospensione temporanea delle libertà costituzionali determinata da un evento di eccezionale gravità. In realtà, molti tra quelli che hanno studiato diritto, prima del coronavirus, non sapevano neanche loro in che consistesse uno stato d’emergenza, (altro…)

17 Aprile 2020|12, Limite di velocità|

Recensione della serie “Into the night”

Forse non è più la narrativa che descrive la realtà ma la realtà che cerca di adeguarsi alla narrativa. A ridosso del Covid sia gli schermi che l’editoria stanno sfornando una serie di plot apocalittici che però erano stati ovviamente preparati prima (persino un romanzo che s’intitola Pandemia), ed è come fosse stato il virus per gentilezza a cavalcare la moda. Da un lato questa produzione acuisce l’angoscia, dall’altro l’allevia, perché i guai che comporta sono sempre parecchio peggiori di quelli pur funesti provocati dal Covid. (altro…)

15 Maggio 2020|9, Il Nuovo Giudizio Universale|

Parlare d’altro

Una delle conseguenze immediate di questo epocale virus è che rende apparentemente impossibile parlare d’altro. Persino quando un media propone un diversivo, quale un suggerimento letterario o la visione di un film, è d’obbligo premettere che si tratta di un modo per trascorrere la quarantena. (altro…)

10 Aprile 2020|11, Limite di velocità|

Sei perle musicali del 2020, e almeno quattro non le conoscete

Nella triste serrata culturale di questi mesi la musica è forse l’arte più viva: continua a sfornare dischi, che possono essere apprezzati anche in streaming, e tanti meriterebbero una segnalazione. Mi limito ad annotarne sei, pescando da generi diversi. (altro…)

17 Aprile 2020|13, Ufficio visti|

.

Questo sito è reso possibile dalla società di comunicazione

Anima in Corporation