Wrog, laboratorio politico e zona freestyle2020-10-16T10:57:39+01:00

Focus

Cartoline dalle città vive è il titolo del progetto di Remo Bassetti, notaio, scrittore, infaticabile animatore culturale, dispensatore di visioni e utopie, vulcano di idee ed energie.” Così Gian Luca Favetto su Repubblica del 7 maggio, che continua l’intervista: “L’idea è spingere le persone a rimettere in gioco la condizione della fisicità per comunicare (…), una sorta di manutenzione non digitale degli affetti lontani”.

Partecipa alla creazione di un’installazione artistica legata alla lotta contro il Covid 19 mentre fai un gesto che ha un alto valore simbolico per te stesso e una persona a cui tieni.

Il libro di cui potrete parlare, anche quest’estate.

 

In attesa del prossimo mio che uscirà, sempre per Bollati Boringhieri, all’inizio del 2021.

Ultimi articoli

Se si vuole migliorare l’autostima, secondo la quasi totalità dei libri che dettano esercizi allo scopo, bisogna cominciare col mettere per iscritto qualcosa, come: (altro…)

16 Ottobre 2020|1, Stretti e contraddetti|

Recensione del film “Undine”

Un film che fa acqua da tutte le parti? Sì, ma in senso buono! Un mito? Sì, in senso tecnico. Ma procediamo con ordine e partiamo dalla trama che – per come viene abbozzata su certi articoli di presentazione – fa erroneamente presagire un torbido noir (visto che al botteghino non guasterebbe). (altro…)

14 Ottobre 2020|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Pandemia e irrazionalità

C’è una bellissima barzelletta, molto più antica del Covid, che spiega perché la misura che ha anticipato tutte le altre per fronteggiare la nuova emergenza pandemica sia stata la mascherina all’aperto.

Un vigile, durante la sua ronda notturna, vede un signore un po’ brillo cercare disperatamente qualcosa per terra e gli domanda cosa abbia perso, offrendosi di aiutarlo.

Le chiavi della macchina, dannazione. Sono sceso dall’auto cercando di infilarmela in tasca e mi sono scivolate. (altro…)

14 Ottobre 2020|4, Limite di velocità|

Questioni ereditarie (ma non c’entra il notaio)

Devo avvertire chi mi conosce che questo non è un articolo tecnico sulle successioni, anche se alla fine dirò alcune cose che hanno a che fare con il diritto, per com’è e come potrebbe essere. Anche in quel momento, tuttavia, al centro non ci saranno considerazioni principalmente patrimoniali.

Infatti, ereditare e istituire eredi, prima che snodi del codice civile, sono vicende spogliamente umane che impegnano sino allo stremo la psiche delle persone. (altro…)

16 Ottobre 2020|5, Limite di velocità|

Moravia e Caproni, la calma disperazione

Nel 1990, trent’anni fa, morivano due dei nostri migliori scrittori del secolo, il poeta Giorgio Caproni e il romanziere Alberto Moravia. In una sua poesia di 25 anni prima, il “Congedo del viaggiatore cerimonioso” che rimane forse la sua lirica più famosa, Caproni aveva anticipato e metaforizzato questo momento dentro il meraviglioso sproloquio del passeggero di un treno che rivolge ai compagni del vagone – in realtà figure della sua vita o trasfigurazioni in quelle del suo stesso io – mentre si approssima alla stazione di arrivo, dove poi pronuncia il suo saluto: (altro…)

18 Settembre 2020|7, Sulla scrittura|

La zona grigia della cronaca nera

Non è certo una novità che i giornali dedichino ampio e dettagliato spazio alla cronaca nera. Nel 1551 si poteva leggere su un foglio del Wuttenberg, completa di ogni dettaglio morboso, la terribile storia di una donna che aveva assassinato i propri quattro figli e poi si era suicidata. (altro…)

18 Settembre 2020|8, Limite di velocità|

Le dichiarazioni dei redditi pubbliche e il (vero) patto fiscale. Due proposte

I dieci anni senza pagare tasse, e il misero obolo fiscale di 750 euro versato nel 2017 e nel 2018, sono forse il primo tema sul quale i più accaniti fan del presidente sicuramente non risponderanno con un’alzata di spalle. E sarebbe anzi di grande interesse domandare a ciascuno di loro: “Senta, Trump non ha pagato tasse. Delle due l’una: o ha trovato il modo per evadere il fisco oppure non è affatto quell’imprenditore di successo che sostiene di essere, e anzi è alla canna del gas. Quale delle due cose le dispiacerebbe di più apprendere?”. (altro…)

2 Ottobre 2020|9, Il futuro della democrazia, Limite di velocità|

Bisogna difendersi da Whatsapp?

E se Whatsapp fosse un pericolo pubblico? Non esattamente con queste parole, ma con una sostanza non dissimile, quest’estate il Guardian ha pubblicato una lunga riflessione critica sul sistema di messaggeria più diffuso con i suoi due miliardi di utenti, avanzando riserve soprattutto su due punti. (altro…)

11 Settembre 2020|11, Limite di velocità|

.

Questo sito è reso possibile dalla società di comunicazione

Anima in Corporation

Forse vi siete persi…

Torna in cima