FOCUS

Ufficio visti

Ultimi articoli

Nota sull’assalto ai supermercati nell’anno di grazia 2020: di pane se ne trova ma la maionese è scomparsa.
Nota sulle chiusure dei negozi: (altro…)

12 Marzo 2020|1, Stretti e contraddetti|

Recensione del film Il corriere- The Mule

Chi non metterebbe la firma per arrivare alla soglia dei novant’anni in condizioni vagamente affini a quelle di Clint Eastwood? (altro…)

19 Marzo 2019|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Quattro grandi cantanti jazz che in Italia vi tengono nascoste

Ci vorranno le quote rosa nelle recensioni? Nessuno fra gli ultimi dischi (usciti fra il 2019 e il 2020) della quattro musiciste che vado a indicare è stato segnalato in Italia, nemmeno dalle riviste specializzate. (altro…)

20 Marzo 2020|3, Ufficio visti|

Su quel che è necessario durante un’emergenza

Ci sono due passaggi particolari in cui emerge il concetto di necessità legato alle disposizioni per contenere il coronavirus. Uno riguarda i beni che possono essere venduti in questo momento, solo quelli alimentari e gli altri di “prima necessità”. L’altro, ancora più centrale, riguarda le “misure necessarie” che sono adottate per effetto dell’emergenza. (altro…)

20 Marzo 2020|4, Limite di velocità|

Il silenzio ai tempi del coronavirus

“Oh, finalmente un po’ di silenzio!”. Credo che nessuno guardando le strade rese mute dall’equivalente del coprifuoco sia sbottato in questo modo, neppure il più accanito critico del rumore quale forma di ammorbamento della quiete. Questo dimostra che il silenzio non è mai una cosa buona in assoluto, e neppure una cattiva: quel che deve premerci è solo il buon silenzio; scoprire in che cosa consista è un apprendimento lungo e per lo più personale. In ogni caso mai può rientrarvi il silenzio che sia introdotto dalla tragedia o dalla paura. Né il silenzio che si contrappone alla libertà di violarlo. (altro…)

18 Marzo 2020|5, Lo Storiopata|

Restare a casa? Da soli? E dopo?

Possiamo provare a fare un ragionamento sulle misure che riguardano il coronavirus, e quanto sta intorno  – nello spazio e nel tempo ­– che non sia solo bianco (quello dominante una settimana fa: questi sono matti, certo che sembra li abbiamo tutti noi i malati a furia di fare (altro…)

11 Marzo 2020|6, Limite di velocità|

L’amuchina, le mascherine e i prezzi d’occasione. Ma non è dalle emergenze che nasce la speculazione.

Siamo onesti. Quanti prima d’ora possedevano una boccetta d’amuchina nella borsa? Ma nel miracoloso mondo delle merci prima o poi arriva per tutte il momento di gloria. (altro…)

28 Febbraio 2020|7, Limite di velocità|

Il virus e la globalizzazione

Tutto comincia in una di quella città che gli economisti chiamano “canali del valore globale”. A Wuhan sono impiantate fabbriche di grandi multinazionali, come Renault, General Motors e Honda. Dotata di gigantesche zone industriali, vi si sono riversati negli ultimi anni più di 20 miliardi di dollari per investimenti stranieri. È una sorta di Chicago, rivisitata un secolo dopo in salsa cinese: un nodo ferroviario di intensa circolazione, crocevia – sommando i voli aerei – di oltre un miliardo di passeggeri all’inizio del secolo, diventati 4 miliardi a fine 2019. (altro…)

12 Marzo 2020|8, Limite di velocità|

Boltanski e l’estrazione della memoria

Ufficio visti

Ogni vita ha avuto un senso se la possiamo ricordare. E’ uno dei modi in cui si potrebbe sintetizzare (altro…)

14 Febbraio 2020|10, Ufficio visti|

Un’esperienza sui commenti che imbrattano facebook. Cosa ne penserebbero i nostri figli?

I ragazzi in Italia stanno massicciamente abbandonando Facebook. Ci sono molti motivi. Ma se fosse anche perché si vergognano dei loro genitori? (altro…)

7 Febbraio 2020|12, Web philosophy|

La società signorile di massa, una dubbia eccezione italiana

Signori si nasce. E io lo nacqui.

Sarebbe potuta cominciare con questa citazione di Totò il saggio di Luca Ricolfi, La società signorile di massa, pubblicato da La Nave di Teseo, che da qualche mese spopola nelle librerie. (altro…)

14 Febbraio 2020|9, Limite di velocità|

Diritti d’autore per l’algoritmo artista?

Copyright e intelligenza artificiale

Forse è l’inizio dello smottamento. (altro…)

5 Febbraio 2020|11, Web philosophy|

Quando le carrozze dei treni avevano gli scompartimenti

Sui binari nascevano amori, scherzi e solidarietà

Nelle ferrovie i cambiamenti tendono a essere impalpabili. Ad esempio, vent’anni fa per sapere in quale stazione ci si trovava bisognava abbassare per tempo il finestrino. (altro…)

24 Gennaio 2020|13, Lo Storiopata|

.

Questo sito è reso possibile dalla società di comunicazione

Anima in Corporation