Wrog, laboratorio politico e zona freestyle2021-08-02T10:55:17+01:00

Focus

Il mio libro uscito il 4 marzo

Un trattato, mica bruscolini. Il trattato, infatti, tipo quelli di Spinoza o di Wittgenstein, è un’opera di carattere filosofico, scientifico, letterario (...) E così è. Nel suo trattato Bassetti espone il come e perché dell’offesa.

Francesca Rigotti, Il Sole 24 ore

 

Anche se prevale un tono leggero e una gradevole vena di humor, la documentazione è solida, gli esempi fitti e illuminanti

Corrado Augias, Il Venerdì

Ultimi articoli

Se proprio quest’estate butta di nuovo male, può essere l’anno giusto per andare in vacanza in uno dei luoghi inventati dagli scrittori: Kakania, Cacodelphia, Flatlandia, Narragonia, (altro…)

16 Luglio 2021|1, Stretti e contraddetti|

Separare l’opera dall’artista?

Immaginiamo che, distanza di circa 150 anni, saltasse fuori che la storia di Raskolnikov era autobiografica, salvo il fatto che Dostoevskij non aveva confessato il crimine e anzi non lo aveva neppure sfiorato il pentimento. Dovremmo mettere al bando “Delitto e castigo”? Cambierebbe qualcosa nel giudizio sulla grandezza di quell’opera? (altro…)

30 Luglio 2021|4, Limite di velocità|

Avere tempo

Come mai ci lamentiamo sempre di non avere tempo per fare questa o quell’altra cosa? In fondo la tecnologia ha ridotto il tempo degli spostamenti o li ha resi inutili, consente di sbrigare nella frazione di secondo che basta per premere un pulsante faccende che richiedevano intere giornate, rende immediate le ricerche, ottimizza la durata delle prestazioni lavorative. Che cosa facciamo di questo tempo guadagnato? (altro…)

30 Luglio 2021|5, Limite di velocità|

La versione di Ishiguro sull’intelligenza artificiale

L’ultimo romanzo del Nobel Kazuo Ishiguro, Klara e il sole, non è solo una bellissima storia, che riprende nei temi e nella qualità il filo di Non lasciarmi. E’ anche l’offerta di una prospettiva molto originale sull’evolversi dell’intelligenza artificiale e il dibattito sul pericolo che essa rappresenterebbe per l’uomo.

Il protagonista del libro, Klara, è dolcissimo e ricco di empatia. (altro…)

30 Luglio 2021|6, Limite di velocità|

Green pass e libertà

Uno degli archetipi narrativi più antichi riguarda la somministrazione di un veleno da parte del malvagio e la vittoriosa ricerca dell’antidoto da parte dell’eroe. Per quanto ovviamente questo schema non sia così idealisticamente trasponibile nel mondo reale (altro…)

30 Luglio 2021|7, Limite di velocità|

Incrociamo le vite

Il racconto dell’estate

Mio padre fa il giocoliere ai semafori. Con la mamma abbiamo sgranato gli occhi quando il lancio vorticoso dei birilli è cessato lasciando nudo il volto che ora tendeva la bombetta rovesciata verso i finestrini. Lei è scesa dell’auto, gli inveiva contro, ma il rumore dei clacson delle macchine inchiodate in fila dietro la nostra copriva la sua voce, ed è stato come se alla giocoleria si fosse aggiunto l’ulteriore anacronismo di un film muto. (altro…)

16 Luglio 2021|8, Limite di velocità|

Conversazioni, chi decide di cosa si parla

La direzione dei nostri dialoghi non è casuale

Avere qualcuno con cui parlare è una risorsa significativa delle nostre vite. Certe volte, però, anche un ingombro. Possono esserci persone che vogliono parlare con noi e non il contrario, o almeno non con la stessa frequenza, e non negli stessi momenti. (altro…)

10 Giugno 2021|12, Limite di velocità|

Come può accadere che gli agenti pestino i detenuti

Monologo di un ufficiale di polizia penitenziaria

Esattamente 21 anni e 3 giorni prima della vicenda di Santa Maria Capua Vetere, il 3 aprile 2000 a Sassari si verificò un episodio apparentemente analogo che portò ad eseguire ottanta arresti. E’ vero, poche e miti furono le condanne, ma la prescrizione giocò in questo il suo ruolo, e per far capire come si ragionava nell’amministrazione penitenziaria il funzionario che aveva diretto il pestaggio, dopo la condanna a un anno e quattro mesi, venne mandato a dirigere la scuola di formazione degli agenti penitenziari. (altro…)

16 Luglio 2021|9, Limite di velocità|

Tecnica e uomo, chi comanda fra i due?

È giusto dire che l’uomo è padrone della natura ma ormai sempre più schiavo della tecnica? Maurizio Ferraris, in un articolo di qualche settimana fa su Repubblica, contesta questo assunto, che sarebbe sconfessato dall’evidenza dei fatti attuali, nei quali la natura ci ha messo in ginocchio con la pandemia e a salvarci è stato quel prodotto della tecnica che è il vaccino. (altro…)

2 Luglio 2021|11, Limite di velocità|

.

Questo sito è reso possibile dalla società di comunicazione

Anima in Corporation

Torna in cima