Lo Storiopata

>Lo Storiopata

La storiopatia, come noto, è una malattia delle storie, che può essere infiammatoria, degenerativa o neoplastica. Per effetto di una carenza di fantasia nel sangue o di una postura scorretta delle parole si può giungere addirittura alla paralisi narrativa. Lo Storiopata è un terapeuta, che non disdegna talora di contaminare la sua pratica con discipline di confine, e cura la storiopatia secondo un metodo oh!listico e mah!nipolatorio. Un giorno pubblicherò un libro di memorie, ripete lo Storiopata. Però finisce sempre per dimenticarsene.

Fiabe dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ Gli architetti bambini

Ci fu un periodo nel mondo in cui la gente dovette rimanere a casa per diverse settimane. Alcune famiglie ne approfittarono per coltivare il piacere di stare insieme o per occuparsi di faccende che avevano sempre rinviato. (altro…)

Di | 30 Aprile 2020|Categorie: 12, Lo Storiopata|

Fiabe dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ I lupi e gli agnelli nelle città d’arte

Ci fu un periodo nel mondo in cui la gente dovette rimanere a casa per diverse settimane. (altro…)

Di | 17 Aprile 2020|Categorie: 4, Lo Storiopata|Tags: , , |

Fiaba dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ L’autobus Ernesto

Ci fu un periodo in cui tutti nel mondo dovettero rimanere a casa per diverse settimane. (altro…)

Di | 3 Aprile 2020|Categorie: 4, Lo Storiopata|

Il silenzio ai tempi del coronavirus

“Oh, finalmente un po’ di silenzio!”. Credo che nessuno guardando le strade rese mute dall’equivalente del coprifuoco sia sbottato in questo modo, neppure il più accanito critico del rumore quale forma di ammorbamento della quiete. (altro…)

Di | 18 Marzo 2020|Categorie: 11, Lo Storiopata|Tags: , , , , |

Quando le carrozze dei treni avevano gli scompartimenti

Sui binari nascevano amori, scherzi e solidarietà

Nelle ferrovie i cambiamenti tendono a essere impalpabili. Ad esempio, vent’anni fa per sapere in quale stazione ci si trovava bisognava abbassare per tempo il finestrino. (altro…)

Di | 24 Gennaio 2020|Categorie: 13, Lo Storiopata|Tags: |

Charlie Chaplin e la musica

“Scritto, diretto e interpretato da…”. Charlie Chaplin è stato il più grande tra i grandi che hanno potuto permettersi questa schermata in apertura del film. Ma l’Oscar non lo ha vinto in nessuno di questi ruoli: lo ha vinto invece, come compositore, nel 1972, per la colonna sonora di Limelight (peraltro uscito vent’anni prima ma rimasto lungamente oscurato negli Stati Uniti per via del maccartismo). (altro…)

Di | 24 Gennaio 2020|Categorie: 11, Lo Storiopata|Tags: |

Il processo Dreyfus

Dopo il giorno della memoria: una storia emblematica di antisemitismo

Il caso Dreyfus ha origine, letteralmente, rovistando nella spazzatura. (altro…)

Di | 23 Gennaio 2020|Categorie: La storia in dieci processi, Lo Storiopata|Tags: , , , |

Zucchero e veleni nei biglietti d’auguri in una cena natalizia di tradizione ventennale

Racconto di Natale

Finita la cena della vigilia in casa Fragasse, i biglietti li aprono tutti nello stesso momento, avidamente. Nascosti alle loro spalle possiamo leggerli, ma soltanto uno per volta.

 

Carol, piccola maledetta arpia, (altro…)

Di | 20 Dicembre 2019|Categorie: 11, Lo Storiopata|

Musiche di Natale, ma non le solite

Proposte di colonna sonora per le feste

In molte case, di questi tempi, è impossibile sottrarsi al fascino della musiche natalizie, e ben lo sanno le case di incisione che propongono raccolte delle quali troppo spesso è palese il mero fine commerciale. Come cavarsela se si è esausti di ascoltare White Christmas (speriamo che ciò avvenga affidandosi alla voce di Louis Armstrong (altro…)

Di | 12 Dicembre 2019|Categorie: Lo Storiopata|Tags: |

L’uomo che saltò fino a Berlino Ovest

Ricorre in questi giorni il trentennale della caduta del Muro. Nel 1961 però, appena chiuso il confine, un uomo si pose subito il problema di come attraversarlo. E non un uomo qualunque.

Se un berlinese la notte del 12 agosto 1961 era andato a dormire nella parte est della città, non avrebbe più varcato il confine (se non in casi eccezionali) per quasi trent’anni, né rivisto gli amori che si erano svegliati al mattino del 13 agosto nella parte ovest. (altro…)

Di | 8 Novembre 2019|Categorie: Lo Storiopata|