Remo Bassetti

>Remo Bassetti

About Remo Bassetti

This author has not yet filled in any details.
So far Remo Bassetti has created 519 blog entries.

La wiki-amministrazione. Un idea per la politica.

Di | 20 ottobre 2017|5, Cosa resta della democrazia, Il futuro della democrazia|

Ma chi glielo fa fare di inserire i contenuti a quelli che intervengono su Wikipedia? Rispetto al modello della reciprocità che domina il web, Wikipedia è invece un progetto autenticamente cooperativo, in cui il beneficio del ritorno individuale per colui che inserisce contenuti (esclusi naturalmente i casi di autopromozione) è del tutto astratto: è un po’ la posizione di chi dona il sangue, che certo non lo fa perché il sangue degli altri potrebbe servire a lui. Non ne viene gloria, visto che i contributi sono anonimi e l’incidenza della singola partecipazione sul buon risultato dell’impresa è per forza di cose ininfluente, composta com’è Wikipedia di 92 milioni di pagine: sotto questo profilo siamo su un piano analogo a quello dell’elettore, che potrebbe astenersi dal votare o quanto meno dall’informarsi, considerando quante poche possibilità ci siano che il suo voto da solo determini la vittoria del suo candidato (tale fenomeno di disinteresse viene in effetti chiamato “ignoranza razionale”). (altro…)

Resistenze

Di | 20 ottobre 2017|Open space|

Questa settimana Fulvio Rossi, magistrato in pensione che resiste all’indifferenza dell’ordinamento verso le vittime dei reati attraverso la Palestra dei diritti e i corsi gratuiti di legittima difesa, specie per le donne.

Di | 20 ottobre 2017|Twitoli|

Pipp food/4

Di | 20 ottobre 2017|6, Fuori strada|

Ogni settimana le recensioni di Michele Raviolino sulle trattorie

Ci sono mattine in cui ti svegli e capisci subito che non è aria di agnolotti e vuoi andare in cerca di un posto veramente alternativo. L’appetitoso mondo delle tapas è scosso da un’eruzione di fantasia e chi trova la formula originale ha il successo assicurato. (altro…)

Liu Bolin

Di | 20 ottobre 2017|4, Ufficio visti|

Ufficio visti

Le vie dell’arte sono infinite. Uno esprime onestamente la sua vocazione di scultore in Cina quando per ordine dell’autorità buttano giù tutto il quartiere, inclusa la bottega dello scultore. Nell’urbanizzazione selvaggia della Cina capita anche questo e allora che idea balzana viene allo scultore? Si fa dipingere del colore delle macerie, si mimetizza in mezzo a quelle e si fa fotografare come testimone di una simbolica protesta. (altro…)

Cosi lo smartphone sta cancellando il tablet

Di | 18 ottobre 2017|3, Open space|

Carlo Mazzucchelli , il versatile studioso delle nuove tecnologie e l’ideatore di SoloTablet interviene sul wrog

Benchè la crescita a due cifre del mercato si sia fermata, lo smartphone conferma il primato acquisito come piattaforma per il personal computing. Una piattaforma preferita al personal computer ma anche al tablet. Il dispositivo, usato da più di due miliardi di persone, è sempre più misura di tutte le cose, confermando l’aspirazione della tecnologia che lo ha reso possibile a diventare non soltanto strumento tecnologico per eccellenza ma anche di verità e di interpretazione della realtà. (altro…)

Perchè emigrate?

Di | 18 ottobre 2017|2, Limite di velocità|

Per spiegare il fenomeno dei migranti gli analisti politici spendono spesso fiumi di parole, a volte inutilmente complicate. Ogni tanto non guasta chiedere una risposta lapidaria ai diretti interessati, come ha fatto l’artista tunisina Helà Ammar, nell’opera Unwritten stories, esposta alla Biennale di Fotografia Araba in corso a Parigi. Le foto sono tre e mostrano null’altro che il mare: vicino, tentatore, minaccioso. Dei migranti si ascolta solo la voce, o si legge la risposta. (altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 18 ottobre 2017|1, Stretti e contraddetti|

Il drammaturgo Tom Stoppard scrisse una volta che se qualcuno assiste dalla propria finestra al verificarsi di un’ingiustizia l’ultima cosa che dovrebbe fare è scriverci sopra un testo teatrale. I giornali sono una finestra affacciata sul mondo e il loro compito è quello di trarne storie giornalistiche. (altro…)

La spinta gentile ovvero condizionare gli altri a fin di bene

Di | 13 ottobre 2017|8, Il futuro della democrazia, Motori di ricerca interiore|

Cos’hanno in comune un orinatoio, un pacchetto di sigarette e un modello di adesione alla donazione di organi? A certe condizioni sono accomunati dalla “spinta gentile” cioè dalla possibilità di condizionare i comportamenti secondo un pungolo, cioè un blando incentivo. Ecco allora che disegnare una mosca sopra l’orinatoio, secondo il modello lanciato anni fa dall’aeroporto di Amsterdam, (altro…)

Ho incontrato mio figlio in carcere

Di | 13 ottobre 2017|Derelitti e delle pene|

Monologhi dal carcere

Stavolta aspetto pure io la fine del mese, come quelli che devono prendere lo stipendio, ma a me è meglio che lo stipendio, andrò a lavorare in un’officina all’interno di una comunità di missionari, e finirla per sempre con questa vita cominciata 28 anni fa, (altro…)

Pipp food/3

Di | 13 ottobre 2017|6, Fuori strada|

Ogni settimana le recensioni di Michele Raviolino sulle trattorie

Dopo tante bettole puzzolenti (Dio che buone, però!) avrei voglia di un ristorante stellato ma il giornale non mi rimborsa più di 7 centesimi per boccone (e certo l’abitudine di ingozzarmi non giova al parametro) e la paghetta che mi passano i miei bambini non è sufficiente. (altro…)

Di | 13 ottobre 2017|Twitoli|

Resistenze

Di | 13 ottobre 2017|Open space|

Robert Marchand, ciclista di 105 anni, che resiste al tempo dei record

Gillo Dorfles, critico d’arte di 107 anni, che resiste al tempo dei pensieri

Tao Porchon, l’insegnante di yoga di 98 anni, che resiste al tempo del corpo

Giulio Podda, attore di 104 anni, che resiste al tempo delle parole

Stretti e contraddetti

Di | 13 ottobre 2017|1, Stretti e contraddetti|

È perversa la capacità della cattiva politica di rovesciare il senso effettivo delle parole. In circostanze come quella pessima della legge elettorale si sta votando la “fiducia” al governo benché, più propriamente, la strada venga intrapresa per “sfiducia” del governo verso i suoi stessi parlamentari.

Blade Runner 2049

Di | 13 ottobre 2017|9, Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione del film

Nell’ultimo giorno dell’umanità, i sin lì superstiti commenteranno: è vero, c’è stato tutto questo. Le glaciazioni durante il paleolitico, l’impero babilonese e il codice di Hammurabi, le crociate, la guerra civile americana e a, un certo punto, gli Uomini e i Replicanti. Confondendo senza colpa il reale e l’immaginario, perché è tale la collocazione di Blade Runner nella storia del cinema e in quella dell’immaginario di un’intera generazione che quell’immaginario si è ritagliato un posto nel reale, perché nella fantascienza cucita da Blade Runner una parte di tessuto sono incubi della vita reale e di quella che immaginiamo possa diventarlo, (altro…)

Quando Alicia Giménez-Barlett recensì gli italiani

Di | 6 ottobre 2017|Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale

Me gusta l’italiano

In Italia abbiamo il mito della Spagna: una nota autrice iberica lo rovescia e ci spiega perché il mondo non può fare a meno della nostra gente (altro…)

Il poeta che andò in permesso il giorno dei morti

Di | 6 ottobre 2017|Derelitti e delle pene|

Monologhi dal carcere

Sei malato e ti accorgi di quanto sei impotente quando non sei padrone di andare in farmacia o ti misurano la febbre nel corridoio, la sieropositività l’ho scoperta addosso a San Vittore, era in atto un linciaggio sul sieropositivismo, una caccia alle streghe, li vedevi crepare in tv in modo orrendo, (altro…)

Resistenze

Di | 6 ottobre 2017|Open space|

Questa settimana una breve cavalcata in video sugli atleti neri che protestano con gesti simbolici durante l’inno nazionale. Una storia che comincia alle Olimpiadi del 1968.

Pipp food/2

Di | 6 ottobre 2017|Fuori strada|

Ogni settimana le recensioni di Michele Raviolino sulle trattorie

La scorsa settimana ero al capezzale del mio amico Saverio quando quello alza le palpebre verso di me e, appena mi avvicino, con l’ultimo soffio di vita mi fa la soffiata: “Devi assolutamente provare l’Unto del signore!”, e poi reclina seccamente il capo di lato e tira le cuoia. “L’Unto del signore” è una trattoria, ovviamente, e il signore in questione non è quello più noto, che si sbatte tutta la settimana però la domenica si mette in panciolle, (altro…)

È il turno di Luigi Colucci, Libreria Bodoni, Torino

Di | 6 ottobre 2017|6, I libri dei librai|