Charles Ray, lo spazio allucinato

Di |2022-05-20T09:01:20+01:0020 Maggio 2022|3, Ufficio visti|

Ufficio Visti

Nessuna foto di una scultura è mai in grado di restituire una percezione vagamente simile a quella dal vivo. Questo vale a maggior ragione per le opere di Charles Ray che hanno due punti cardinali, (altro…)

Recensione del film “C’mon C’mon”

Di |2022-04-29T14:42:51+01:0029 Aprile 2022|3, Il Nuovo Giudizio Universale|

La relazione di paternità è da circa un ventennio una delle trame predilette dal cinema. Mancava l’esplorazione della condizione di zio, e C’mon c’mon di Mike Mills rimedia a questa lacuna: o almeno fa finta, perché quella che mette in scena è una contingente relazione di simil-paternità (d’altronde nelle tribù che studiava l’antropologo Evans Pritchard il ruolo di padre era assegnato allo zio). Jesse è un ragazzino vivace, curioso, introverso riguardo ai sentimenti, prepotente, brillante e logorroico. (altro…)

Torna in cima