I cinque gradi di rimozione morale

Di |2022-05-20T09:14:50+01:0027 Gennaio 2022|13, Limite di velocità|

Uno dei più devastanti attacchi alla sensibilità umana è stato il telegiornale, o più esattamente la sua messa in onda durante i pasti e le amene conversazioni familiari sui piccoli fatti della giornata. Gli esseri umani si sono abituati ad assaporare la succulenza della cena nello stesso momento in cui lo schermo portava in casa le immagini, o perlomeno le notizie, di fame e morti per denutrizione, guerre a carestie. (altro…)

Tre brevi lezioni sul rumore/ 1. Il rumore acustico

Di |2022-04-01T14:44:42+01:0027 Gennaio 2022|12, Limite di velocità|

“Ecco che mi circonda un chiasso indiavolato: abito proprio sopra uno stabilimento balneare. Immagina ora tutti i tipi di rumori che possono frastornare le orecchie: quando i campioni si allenano a sollevare palle di piombo e si affaticano o fingono di affaticarsi io li sento gemere, e ogni volta che mettono fuori il fiato trattenuto, sento i sibili del loro respiro affannato. (altro…)

La collezione di dischi del Wrog/5: “Joys abound review” di Anandi Bhattacharya

Di |2022-01-14T18:22:48+01:0014 Gennaio 2022|6, Limite di velocità|

Brevi video-consigli per formarsi una discoteca non convenzionale

Pensieri vaccinali

Di |2022-02-18T18:18:16+01:0014 Gennaio 2022|10, Limite di velocità|

“Siamo adulti e vaccinati!” si usava dire tempo fa per sottolineare di essere persona adulta e responsabile delle proprie scelte. Una volta.

Il vaccino è inutile. Il vaccino è pericoloso. Il vaccino (obbligatorio) è illiberale e incostituzionale. Tutto insieme sembra un po’ troppo, specie se gli argomenti vengono rigirati insieme come bussolotti. Più le affermazioni si sommano e confondono, più sembrano i paraventi di un unico: ho paura, a prescindere (in Italia circola anche: l’obbligo vaccinale è come le leggi fasciste, ma stranamente i più scatenati contestatori nelle piazze sono i militanti di partiti che dichiaratamente si ispirano al fascismo). (altro…)

Non c’è Web2 senza Web3

Di |2022-03-18T18:30:20+01:0014 Gennaio 2022|13, Limite di velocità|

Non c’è articolo sul web3, in queste settimane, che non cominci dicendo: in queste settimane si parla molto del web3. Quando accade che un tema concentri improvvisamente l’attenzione le possibilità sono tre:

  1. È realmente accaduto qualcosa di nuovo.
  2. È in corso un’operazione mediatica nel senso che i media hanno “costruito” il tema rispondendo alle aspettative dei lettori.
  3. È in corso un’operazione mediatica eterodiretta, cioè l’attenzione è finanziata direttamente o indirettamente da marketer.

(altro…)

La promessa, il miglior libro del 2021

Di |2022-02-18T18:19:08+01:0030 Dicembre 2021|12, Limite di velocità|

Meritatissimo vincitore del Booker Prize 2021, La promessa di Damon Galgut si potrebbe definire un romanzo che racconta con una prosa sperimentale il declino di una famiglia (altro…)

L’effetto onda, ovvero le sinergie negative

Di |2022-01-27T21:33:28+01:0030 Dicembre 2021|11, Limite di velocità|

Cosa hanno in comune la cancel culture, la diseguaglianza contemporanea e il sistema dei crediti sociali cinesi? Quello che potremmo definire, a seconda del gusto, effetto onda, oppure effetto invasione di campo oppure funzionamento di sinergie negative oppure sistema di iperpunizione e di iperpremio. (altro…)

Un target, più target, nessun target. L’evoluzione del rapporto tra brand e pubblico

Di |2021-12-30T17:44:21+01:0030 Dicembre 2021|Limite di velocità|

A tredici anni dal mio libro sull’argomento, sono tornato a parlare di target, grazie alla bella intervista di Marco de Angeli, vicepresidente dell’International Advertising Association e autore della web series “Collisions” per Italy Chapter.

Dato il contesto, ovviamente, il focus era sulla prospettiva aziendale ma si è poi ampiamente spaziato.

Ecco l’intervista

Anche se prevale un tono leggero e una gradevole vena di humor, la documentazione è solida, gli esempi fitti e illuminanti

Corrado Augias, Il Venerdì

Un trattato, mica bruscolini. Il trattato, infatti, tipo quelli di Spinoza o di Wittgenstein, è un’opera di carattere filosofico, scientifico, letterario (...) E così è. Nel suo trattato Bassetti espone il come e perché dell’offesa.

Francesca Rigotti, Il Sole 24 ore

 

C’è un passo in cui di Bassetti dice che questo è un tema sorprendentemente poco esplorato...Non lo è più da quando c’è questo libro

La conclusione del conduttore di Fahrenheit – Tommaso Giartosio

 

Queste sono le tre ragioni per cui ci si offende:

  1. Hai detto male di me

  2. Hai violato un confine

  3. Non ti sei accorto di me come, e quanto, avresti dovuto

Scopri le ragioni per non perdere questo libro

La collezione di dischi del Wrog/3: Wes Montgomery – The incredible jazz guitar

Di |2022-01-07T11:24:47+01:0017 Dicembre 2021|Limite di velocità|

Brevi video-consigli per formarsi una discoteca non convenzionale

Il braccialetto elettronico e le violenze sulle donne

Di |2022-01-14T17:06:13+01:0017 Dicembre 2021|12, Limite di velocità|

“Il primo trasgressore è stato dotato di braccialetto elettronico questa settimana. Siamo nel bel mezzo di una rivoluzione, e la rivoluzione è un intervento rapido”. L’articolo è dedicato all’uso di questo strumento nel campo dello stalking verso le donne. È uscito in questi giorni in Italia per commentare l’introduzione nella prassi giudiziaria di Biella? (altro…)

Calendari dell’avvento per adulti

Di |2022-01-27T21:34:28+01:0017 Dicembre 2021|12, Limite di velocità|

Il racconto di Natale

Il biglietto di Elisa è datato 1° dicembre 2021, anche se lei è mancata il 2 novembre. Ha sempre avuto una passione per il gioioso formalismo del futile. Così precisa, poi, ad andarsene proprio nella festa dei morti. (altro…)

La collezione di dischi del Wrog/2: Kaikhosru Sorabji – Opus Clavicembalisticum

Di |2021-12-17T19:46:04+01:0026 Novembre 2021|Limite di velocità|

Brevi video-consigli per formarsi una discoteca non convenzionale

Essere in minoranza

Di |2022-01-27T21:34:40+01:0026 Novembre 2021|13, Limite di velocità|

Dalle etnie ai no vax

La prima e più evidente caratteristica del sistema democratico è che le decisioni vengono assunte secondo maggioranza. Si tratta di un notevole progresso rispetto ad altri sistemi politici, nei quali le decisioni vengono prese da una minoranza, che potrebbe essere ristretta anche a una sola persona. La differenza rispetto alla democrazia è duplice: non solo è decisiva la volontà della maggior parte delle persone, ma non sarebbe esatto che le decisioni vengono prese dalla maggioranza. Ho usato “secondo maggioranza”, (altro…)

Informazioni e notizie

Di |2022-01-07T11:27:32+01:0012 Novembre 2021|Limite di velocità|

In cosa sono diverse, come incidono sulla vita pubblica e quali trasformazioni ha portato la tecnologia

Ogni giorno della nostra vita riceviamo dall’esterno due tipi di comunicazioni: informazioni e notizie.

Le informazioni riguardano l’utilità e la vita pratica: tipo che sono le cinque e un quarto oppure che il regionale per Forlì non parte il sabato. (altro…)

Scambio in culla, il grande complotto

Di |2022-01-07T11:28:16+01:0017 Settembre 2021|Limite di velocità|

Il fatto di cronaca sin qui più importante del XXI secolo, emerso solo la scorsa settimana, è stato (non a caso?) trascurato, o almeno relegato alla sezione “curiosità” delle notizie. Si tratta dello scambio in culla avvenuto tra due bambine nel 2001 in Spagna, scoperto solo 19 anni dopo da quella che ci è andata peggio (almeno in senso economico), e che infatti ha richiesto all’ospedale un risarcimento di 3 milioni. (altro…)

Nasdaq e diversity. Ma la questione del lavoro?

Di |2022-01-07T11:29:30+01:0017 Settembre 2021|Limite di velocità|

Che le donne siano tuttora ai margini del management aziendale non è solo desolantemente sessista, è anche economicamente sfavorevole. Secondo uno studio di McKinsey, fra le società quotate in borsa, quelle collocate nel primo quartile per diversità di genere nel management portano a casa il 25% in più di utili di quelle situate nell’ultimo quartile. (altro…)

Quattro dischi per inaugurare l’autunno

Di |2022-01-07T11:24:03+01:0017 Settembre 2021|Limite di velocità|

L’uscita più importante di questo inizio stagione è nella musica classica, ed è l’ultima fatica del grande pianista russo-tedesco Igor Levit, dedicata ai 24 preludi e fughe di Shostakovich. Levit è uno degli artisti politicamente più impegnati della scena internazionale, uno che è stato capace di far precedere il suo concerto a Bruxelles dall’appello a non votare Trump, (altro…)

Separare l’opera dall’artista?

Di |2022-01-07T11:29:16+01:0030 Luglio 2021|Limite di velocità|

Immaginiamo che, distanza di circa 150 anni, saltasse fuori che la storia di Raskolnikov era autobiografica, salvo il fatto che Dostoevskij non aveva confessato il crimine e anzi non lo aveva neppure sfiorato il pentimento. Dovremmo mettere al bando “Delitto e castigo”? Cambierebbe qualcosa nel giudizio sulla grandezza di quell’opera? (altro…)

Torna in cima