11

Home>11

Bisogna difendersi da Whatsapp?

Di |2020-10-16T13:19:29+01:0011 Settembre 2020|11, Limite di velocità|

E se Whatsapp fosse un pericolo pubblico? Non esattamente con queste parole, ma con una sostanza non dissimile, quest’estate il Guardian ha pubblicato una lunga riflessione critica sul sistema di messaggeria più diffuso con i suoi due miliardi di utenti, avanzando riserve soprattutto su due punti. (altro…)

Il potere di veto

Di |2020-09-18T15:57:05+01:0023 Luglio 2020|11, Limite di velocità|

Dai tribuni della plebe a Mark Rutte, ma non si tratta della stessa cosa.

Il potere di veto conosce tre forme solo apparentemente simili, ma in realtà completamente distinte. Nella prima rientrano tutti i casi in cui in cui un potere interferisce negativamente sulla facoltà di decisione di un altro potere. (altro…)

Su quel che è necessario durante un’emergenza

Di |2020-09-11T15:17:22+01:0020 Marzo 2020|11, Limite di velocità|

Ci sono due passaggi particolari in cui emerge il concetto di necessità legato alle disposizioni per contenere il coronavirus. Uno riguarda i beni che possono essere venduti in questo momento, solo quelli alimentari e gli altri di “prima necessità”. L’altro, ancora più centrale, riguarda le “misure necessarie” che sono adottate per effetto dell’emergenza. (altro…)

Il silenzio ai tempi del coronavirus

Di |2020-09-11T15:17:22+01:0018 Marzo 2020|11, Lo Storiopata|

“Oh, finalmente un po’ di silenzio!”. Credo che nessuno guardando le strade rese mute dall’equivalente del coprifuoco sia sbottato in questo modo, neppure il più accanito critico del rumore quale forma di ammorbamento della quiete. (altro…)

Charlie Chaplin e la musica

Di |2020-09-11T15:17:23+01:0024 Gennaio 2020|11, Lo Storiopata|

“Scritto, diretto e interpretato da…”. Charlie Chaplin è stato il più grande tra i grandi che hanno potuto permettersi questa schermata in apertura del film. Ma l’Oscar non lo ha vinto in nessuno di questi ruoli: lo ha vinto invece, come compositore, nel 1972, per la colonna sonora di Limelight (peraltro uscito vent’anni prima ma rimasto lungamente oscurato negli Stati Uniti per via del maccartismo). (altro…)

Cosa possono fare le Sardine per l’Italia

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0015 Gennaio 2020|11, Cosa resta della democrazia, Il futuro della democrazia|

Nel nostro mondo veloce basta un attimo per diventare una celebrità, e l’attimo successivo per imboccare la china discendente. (altro…)

L’anno dell’ecologia o del consumismo?

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0021 Dicembre 2019|11, Web philosophy|

Due concetti che legano con difficoltà. Come forse la crescita e il green.

Ma se Greta in qualche posto d’Europa fondasse un partito, quanti seggi spunterebbe in Parlamento? Si fa tanto per dire, e omaggiando Greta come simbolo, senza pretendere di continuare a gravarla di aspettative inappropriate.

(altro…)

Zucchero e veleni nei biglietti d’auguri in una cena natalizia di tradizione ventennale

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0020 Dicembre 2019|11, Lo Storiopata|

Racconto di Natale

Finita la cena della vigilia in casa Fragasse, i biglietti li aprono tutti nello stesso momento, avidamente. Nascosti alle loro spalle possiamo leggerli, ma soltanto uno per volta.

 

Carol, piccola maledetta arpia, (altro…)

I vagabondi di Olga Tokarczuk

Di |2020-09-11T15:02:34+01:0029 Marzo 2019|11, Libri consigliati|

Bisognerà che a un certo punto ce ne facciamo una ragione e rinunciamo a classificare nella categoria di “romanzo “tutto quello che non ha frasi tipo “è opinione della dottrina” e non un apparato di note (peraltro lo stupendo “Il terzo poliziotto” di Flann O’Brien ce l’aveva). (altro…)

Torna in cima