Green pass e libertà

Di |2021-09-17T14:14:22+01:0030 Luglio 2021|11, Limite di velocità|

Uno degli archetipi narrativi più antichi riguarda la somministrazione di un veleno da parte del malvagio e la vittoriosa ricerca dell’antidoto da parte dell’eroe. Per quanto ovviamente questo schema non sia così idealisticamente trasponibile nel mondo reale (altro…)

Tecnica e uomo, chi comanda fra i due?

Di |2021-07-30T11:14:11+01:002 Luglio 2021|11, Limite di velocità|

È giusto dire che l’uomo è padrone della natura ma ormai sempre più schiavo della tecnica? Maurizio Ferraris, in un articolo di qualche settimana fa su Repubblica, contesta questo assunto, che sarebbe sconfessato dall’evidenza dei fatti attuali, nei quali la natura ci ha messo in ginocchio con la pandemia e a salvarci è stato quel prodotto della tecnica che è il vaccino. (altro…)

Correggere il politicamente corretto e farne un manifesto

Di |2021-07-16T16:56:03+01:0028 Maggio 2021|11, Limite di velocità|

Uno spettro si aggira per il mondo: il politicamente corretto. Dagli Stati Uniti, parrebbe, si sta lentamente spostando per il globo, e recentemente due piccoli casi hanno acceso i riflettori sul nostro paese: la parodia dei cinesi fatta da Scotti e Hunziker, le successive scuse e la tirata feroce dei comici Pio e Amedeo, con tanto di rammarico che non si possa neppure sfottere qualcuno chiamandolo ricchione. (altro…)

Essere responsabili a causa di altri

Di |2021-05-28T11:23:42+01:005 Febbraio 2021|11, Limite di velocità|

Possiamo essere puniti per un fatto che hanno commesso altri, oppure impediti a esercitare un diritto perché c’è il rischio che altri abusino?

Lo spunto più generale di riflessione lo offrono le misure di contenimento del Covid, e più precisamente la strategia comunicativa che al riguardo circola nel nostro paese (e non solo nel nostro). (altro…)

I big data snobbano i modelli scientifici

Di |2021-01-02T08:30:30+01:0017 Gennaio 2020|11, Web philosophy|

Chi raccoglie e ordina secondo criteri la gran parte della pubblicità nel mondo? Google. Cosa capisce di convenzioni della pubblicità e di teorie del linguaggio, o di analisi semantiche? Niente. Partendo da questa constatazione, nel 2008, Chris Anderson, all’epoca direttore di Wired, annunciò la fine del metodo scientifico, per come l’avevamo sempre considerato, o almeno dalla sua utilità. (altro…)

L’anno dell’ecologia o del consumismo?

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0021 Dicembre 2019|11, Web philosophy|

Due concetti che legano con difficoltà. Come forse la crescita e il green.

Ma se Greta in qualche posto d’Europa fondasse un partito, quanti seggi spunterebbe in Parlamento? Si fa tanto per dire, e omaggiando Greta come simbolo, senza pretendere di continuare a gravarla di aspettative inappropriate.

(altro…)

I vagabondi di Olga Tokarczuk

Di |2020-09-11T15:02:34+01:0029 Marzo 2019|11, Libri consigliati|

Bisognerà che a un certo punto ce ne facciamo una ragione e rinunciamo a classificare nella categoria di “romanzo “tutto quello che non ha frasi tipo “è opinione della dottrina” e non un apparato di note (peraltro lo stupendo “Il terzo poliziotto” di Flann O’Brien ce l’aveva). (altro…)

Torna in cima