11

Home>11

Offendersi per la blasfemia

Di |2021-03-04T18:03:21+01:004 Marzo 2021|11, Offendersi|

I laici sono a volte superficialmente tranchant quando si tratta di affermare la superiorità della loro posizione morale rispetto a quella di un religioso fervente, osservando che noi tuteliamo la sua libertà- consentendogli di conservare le sue credenze nel foro interiore- mentre lui non vorrebbe tutelare le nostre, imponendoci le sue credenze. (altro…)

Fiabe dei giorni in cui le persone rimasero a casa/ La rivolta degli orologi

Di |2021-02-19T20:32:26+01:0022 Dicembre 2020|11, Lo Storiopata|

Ci fu un periodo nel mondo in cui la gente dovette rimanere a casa, anche nei giorni di festa, perché c’era un virus antipatico che occupava tutta la strada. (altro…)

I big data snobbano i modelli scientifici

Di |2021-01-02T08:30:30+01:0017 Gennaio 2020|11, Web philosophy|

Chi raccoglie e ordina secondo criteri la gran parte della pubblicità nel mondo? Google. Cosa capisce di convenzioni della pubblicità e di teorie del linguaggio, o di analisi semantiche? Niente. Partendo da questa constatazione, nel 2008, Chris Anderson, all’epoca direttore di Wired, annunciò la fine del metodo scientifico, per come l’avevamo sempre considerato, o almeno dalla sua utilità. (altro…)

L’anno dell’ecologia o del consumismo?

Di |2020-09-11T15:17:24+01:0021 Dicembre 2019|11, Web philosophy|

Due concetti che legano con difficoltà. Come forse la crescita e il green.

Ma se Greta in qualche posto d’Europa fondasse un partito, quanti seggi spunterebbe in Parlamento? Si fa tanto per dire, e omaggiando Greta come simbolo, senza pretendere di continuare a gravarla di aspettative inappropriate.

(altro…)

I vagabondi di Olga Tokarczuk

Di |2020-09-11T15:02:34+01:0029 Marzo 2019|11, Libri consigliati|

Bisognerà che a un certo punto ce ne facciamo una ragione e rinunciamo a classificare nella categoria di “romanzo “tutto quello che non ha frasi tipo “è opinione della dottrina” e non un apparato di note (peraltro lo stupendo “Il terzo poliziotto” di Flann O’Brien ce l’aveva). (altro…)

Torna in cima