La ragazza della tipografia

Ha la bottega in fondo al vicolo

Ha inchiostro, liquido sorriso,

ha un buon carattere, ha caratteri

di piombo, ha il torchio a stella,

le labbra incise dalla nostalgia.

 

La ragazza della tipografia

Non è bella, come si dice: è un tipo

È tipometrica, ha fragile appetito

Porta la riga, composta è la sua linea,

è antica, ha amiche consonanti

margini bianchi se passa per la via.

 

La ragazza della tipografia

Al mattino ha spasimanti in fila

Stampano libri per starne in compagnia

Ha seni sodi, sguardo a pila,

come si chiama non rivela

gioca a nascondersi nell’omonimia.

 

La ragazza della tipografia

È cartesiana, crede a causa e affetto

Specie negli album per i matrimoni

(amo, dunque sono), nel Dio ingannatore,

è ecologista, ha lastre d’alluminio

ha sulla cellulosa la messaggeria.

 

La ragazza della tipografia

Si lustra gli occhi sopra ogni papiro

Stende tarocchi per la clientela

Prepara corsi di calligrafia

Spiega le lettere col ferro da stiro

Disegna mappe per le barche a vela.

 

La ragazza della tipografia

Non si lamenta per la recessione,

vive d’analogia e di precisione,

non se la prende con il fato ostile

cambia il listino ogni trenta aprile

veste da fata per l’epifania.

 

La ragazza della tipografia

Sottrae volumi dall’immondizia

Fa la raccolta differenziata

Divide l’incasso col mendicante

E gli racconta del suo fidanzato

Che è graffitaro al sottopasso.

 

La ragazza della tipografia

Sogna di essere rilegata

Come in un bondage editoriale

Umettata girando la pagina

D’un trattato d’orgasmo vaginale

Che non consulta per scaramanzia.

 

La ragazza della fotografia

Quando fa sera, ramazza l’angolo

Della strada, tira giù la serranda,

cammina random lungo le rotative

sino all’incrocio con la ferrovia

gira la chiave nella toppa

 

entra nella serigrafia.

Di |2022-07-22T15:55:03+01:001 Luglio 2022|10, Versi, versi pure|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in cima