Archivi mensili: Novembre 2016

Home>2016>Novembre

Piangere, almeno
(da “Derelitti e delle pene”)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0022 Novembre 2016|Derelitti e delle pene|

Continua la pubblicazione di una serie di monologhi che ho tratto alcuni anni fa da incontri con i detenuti di circa venti carceri italiani. Questa è la storia di un uomo che spiega cosa diventano la sessualità e il rimpianto del femminile quando si è in carcere. E perché si piange sempre per le cose sbagliate.
(altro…)

Storie assassine (Bernard Quiriny)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0022 Novembre 2016|Libri consigliati|

“Sono entrato in famiglia sessant’anni fa, e non esagero a dire che ho reso loro la vita un inferno”. A parlare è un letto, in mezzo ad altri oggetti che si svelano tutti terribilmente perfidi.

(altro…)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0021 Novembre 2016|Democrazia secondo..|

“Le seguenti istituzioni sono democratiche: i magistrati li eleggono tutti tra tutti; tutti comandano su ciascuno e ciascuno  turno su tutti; le magistrature sono sorteggiate e non dipendono da censo alcuno, o minimo; lo stesso individuo non può ricoprire due volte la stessa carica; le cariche sono di breve durata…”

(da “Politica”)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0021 Novembre 2016|Democrazia secondo me|

Non è il caso di cominciare a riflettere sull’eventualità che la crisi della democrazia non sia solo istituzionale ed economica ma anche emotiva o, peggio che proprio dal versante relazionale (marcato da un egoismo regolamentato, buono per trattare affari, meno per cementare legami collettivi) sia travasata nelle aree economiche e istituzionali?

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0018 Novembre 2016|Democrazia secondo..|

…che da molti anni ha varato un “democracy index” monitorando 167 paesi, la democrazia (quasi) perfetta è la Norvegia, che vanta un punteggio di 9.93 su 10. All’ultimo posto la Corea del Nord, con 1.08.

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0018 Novembre 2016|Democrazia secondo me|

La continua accusa di disonestà nei dibattiti politici è penetrata nella dotazione cognitiva degli spettatori e ne è risultata facilitata la deduzione qualunquista che il ceto politico è disonesto nel suo insieme. Un dibattito sembra piuttosto una rissa tra complici di qualche delitto che, di fronte al rischio che uno solo finisca in galera e l’altro si goda il bottino, cominciano a lanciarsi accuse reciproche che tuttavia molto chiaramente mettono in luce la comune estrazione criminale.

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)

Una svolta epocale, i figli sono più conservatori dei padri

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0018 Novembre 2016|Limite di velocità|

Nelle analisi che riguardano le generazioni giovanili si sottolinea per lo più che, per la prima volta dalla Rivoluzione Industriale, è probabile che i figli staranno economicamente peggio dei loro genitori. (altro…)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0016 Novembre 2016|Democrazia secondo me|

La domanda sulla democrazia oggi non è più quanta capacità hanno i cittadini di assumere decisioni secondo la pratica dell’autogoverno? che poteva andare bene per la democrazia classica bensì quanto ciascuno è libero di fare ciò che desidera?.  È una rivoluzione copernicana che non può solo giustificarsi in modo funzionale.

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)

Di |2020-09-11T15:17:03+01:0015 Novembre 2016|Democrazia secondo..|

Con un referendum svolto insieme alle elezioni presidenziali, l’Oklahoma ha raggiunto un record: è il primo stato a proteggere la pena di morte inserendola nella costituzione. Nella stessa giornata in California, lo stato che vanta il maggior numero di esecuzioni, si votava nella stessa materia, e la domanda sostanzialmente era: volete che la procedura diventi più celere? Il popolo ha risposto favorevolmente.

Torna in cima