Lista parziale degli offesi di questi giorni

Home>Lista parziale degli offesi di questi giorni

Che profilo alto questo governo, eh? posta sul suo profilo Facebook Matteo Renzi e si guadagna 52.093 commenti. Uno su sedici, in media, è positivo. Naviga in mezzo a “devi passare un guaio nero”, “t’anna accirere”, “il livello di questo governo è alto quanto la tua capacità morale”, “mancava la tua minchiata quotidiana”, “ma i tuoi genitori hanno anche figli normali?”. Sotto un post in cui Salvini piazza la foto della sua figlia di otto anni che va a scuola, un utente commenta che nessuna propaganda era arrivata a tanto, usare i figli, la loro innocenza, per migliorare l’immagine politica. “Uccellaccio negativo. Le auguro di non avere figli” gli risponde una donna. Seguono accuse, difese e digressioni, e uno si domanda perché ‘sto tizio debba cercare rogne sul sito di Salvini. Il rapper Hasel è stato arrestato per oltraggio alla corona, aveva postato 64 tweet e scritto la canzone “Juan Carlos è un sciocco”. Dopo quattro anni, si è conclusa una causa intentata dal sindaco di Cavallino Tre Porti contro un cittadino che sui social aveva scritto che praticava “marchette politiche”. La condanna è stata di 10.000 euro. Li darò in beneficienza, ha detto il sindaco. Il sindaco di Bari ha minacciato di querelare una donna che lo aveva offeso, e poi ha orgogliosamente reso pubblica la sua magnanimità di ritirarla e il messaggio WhatsApp che gli aveva mandato la donna che rischiava la querela: “Signor sindaco le chiedo umilmente scusa per il commento negativo nei suoi confronti so che non è vero niente di quello che ho scritto (…) ho solo problemi economici non mi denunci, ho già perso tutto non ho più nulla, lo faccia per mio figlio che ha bisogno di me, mi pento di avere scritto quelle cose mi perdoni non lo farò mai più, sono molto arrabbiata non sto lavorando faccio un po’ di pulizie a delle vecchiette e mi vogliono tanto bene”. Nella provincia bresciana i cacciatori si sono offesi per un manifesto della Lega Antivisezione, non tanto per la parte in cui scriveva nella caccia sarebbe interessante se i fucili li avessero pure gli animali ma per l’immagine di due mani ricoperte di sangue. Si sono offesi e sul sito di una loro associazione scrivono che i cacciatori hanno dato un sacco di soldi in beneficienza agli ospedali e di certo in questo modo hanno salvato la vita di qualche ambientalista, altro che mani macchiate di sangue. Un professore napoletano di storia e lettere classiche, Biagio Buonuomo, ha scritto a Draghi per via di quella storia che le scuole devono rimanere aperte dopo il 30 giugno, così i professori recuperano il tempo perduto. Lei ha sbagliato Presidente. Ha offeso tutti i professori italiani. Lezioni fino al 30 giugno no perché, con la DAD, abbiamo lavorato più degli altri anni. E poi per quel che vale la quantità! Io e lei la scuola la cominciavamo a ottobre e la finivamo il 31 maggio ma la nostra buona strada l’abbiamo fatta lo stesso, ha chiuso Buonuomo nella sua lettera a Draghi. Ibrahimovic ha insultato Lukaku, ipotizzando che facesse riti voodoo, e si sono accapigliati. L’etnologo Bruno Barba sostiene che abbia sbagliato Lukaku a prenderla male. Il voodoo del Benin, il candomblé brasiliano, la santeria cubana – spiega – sono culti aperti, plastici, pacifisti, moderni. Assecondano i desideri, agiscono a fin di bene. Jorge Amado o Caetano Veloso, ad esempio, li elogiavano, assicura Barba. La squadra di basket di Rieti, la NPC, è stata sanzionata con 990 euro di multa (funziona un po’ come nei saldi) per offese “collettive e frequenti” agli arbitri e altri due tesserati. NPC sta per New Children Project. Le multe per offese nella stagione ora ammontano a 2600 euro. L’Ingegnere Francesco Terrone si sente offeso del fatto che la parola terrone costituisca un’offesa, e così ha citato in giudizio l’Accademia della Crusca. Si tratta quasi di una diatriba tra colleghi perché Francesco Terrone presiede la Fondazione Francesco Terrone di Ripacandida e Ginestra. Terrone aveva spiegato in via amichevole all’Accademia della Crusca che non sono risaliti correttamente alle radici della parola. Terrone è un’illustre casata fatta di proprietari terrieri e uomini di scienza e di cultura, dunque è un dovere civile e morale ridefinire la parola. Ma dall’Accademia non gli hanno risposto, e non gli è rimasto che passare alle vie legali. La pagina Facebook “Io sono un mitomane”, nata per prendere in giro i personaggi pubblici che in fondo sono tutti mitomani, ha scelto di chiudere i battenti per l’impossibilità di governare i commenti ai post, sempre più offensivi, e sempre più mitomani. Al Grande Fratello Vip, Maria Teresa Ruta e Stefania Orlando al momento di scegliere ciascuna il suo candidato alla finale hanno litigato di brutto. Per chi non segue il Grande Fratello non è tanto chiaro perché, ma pare che si trattasse di una questione strategica dato che Maria Teresa Ruta aveva fatto una scelta alla Dayane, che sarà di certo una cosa grave ma per chi non segue il Grande Fratello potrebbe essere come un’apertura siciliana a scacchi o il time out nella pallacanestro. Certo è che Maria Teresa Ruta ha detto: “mi hai offeso moltissimo” e ha aggiunto che Stefania Orlando ha insinuato che lei volesse pararsi le chiappe. Stefania Orlando si è scusata ma ha preso una posizione netta: “Potevi dire che mi sto sbagliando. Si parlava, non ti puoi offendere. Ti chiedo scusa se ti sei offesa ma io non volevo offenderti”. Riccardo Muti si è offeso con il Teatro San Carlo di Napoli perché gli hanno cancellato tre concerti. Io non porto rancore, ha spiegato, ma ho vissuto questa vicenda come un’offesa. A San Valentino si è respirata, come sempre, una certa tensione tra gli innamorati per il rischio che il regalo non solo non fosse gradito, anzi risultasse offensivo, come una crema anticellulite. Il 2% degli innamorati il 14 febbraio chiede di cambiare il regalo, o si offende. La percentuale di quelli che lo cambiano sale al 39% per quelli nati tra il 1990 e il 2005. All’Asl 5 di La Spezia, nel modello che individua le trenta categorie da vaccinare prima, per la presenza di fattori di rischio, erano indicati gli omosessuali. Parrebbe che all’Asl in realtà abbiano fatto il copia e incolla delle linee guida ministeriali. Intanto si sono scusati, non volevano offendere, e ritireranno il documento. Comunque, hanno precisato, era solo per uso interno.

Di |2021-02-21T17:45:23+01:0019 Febbraio 2021|3, Limite di velocità|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in cima