Di cosa parliamo stasera? Chiediamolo alle carte

Di |2020-09-11T15:16:49+01:0013 Aprile 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione di un gioco

Ci sarebbero più o meno divorzi se le le persone potessero leggersi nel pensiero?

Siete stremati dalle serate conviviali che non si elevano colloquialmente oltre la maestra dei figli, la cronaca delle vacanze (oh,  e le prossime, le prossime…) e quella stronza che? Incupiti dai tete-a-tete imbronciati, seriali, sonnolenti? C’è un gioco che dovete assolutamente procurarvi. Un gioco…non so se tecnicamente sia un gioco. (altro…)

Le invasioni barbariche

Di |2020-09-11T15:16:49+01:0013 Aprile 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione del film in dvd

Posta nella scia dell’attacco alle torri gemelle è una domanda trabocchetto: chi sono i barbari invasori della nostra epoca? Al limite i nostri figli, se il divario generazionale diventa un fossato. Finchè si leggono libri diversi o si lotta per idee differenti siamo dentro i normali cicli della storia: diverso se il passaggio delle consegne avviene a favore di chi non legge libri e non lotta più per delle idee. Presentato nel 2003 come film di critica sociale, rivolta specialmente al modello liberista e tecnocratico, il film di Denys Arcand, del 2003, (altro…)

Di |2020-09-11T15:16:49+01:0012 Aprile 2017|Stretti e contraddetti|

Fuorionda: strano fenomeno in cui alcune persone vengono messe alla berlina per quel che hanno detto con schietta sincerità senza microfono invece che per le patetiche, evidenti, ridicole bugie e manipolazioni che hanno proferito nello stesso giorno davanti a un microfono

Frammenti di un discorso amoroso. La conversazione sentimentale 2.0

Di |2020-09-11T15:16:49+01:007 Aprile 2017|Web philosophy|

“La conversazione è un genere di intimità. Non serve solo ad avere più informazioni ma ad avere informazioni diverse.” Sherry Turkle.

 

Quello amoroso è un genere conversazionale a se stante. (altro…)

Il carcere dopo la guerra. Terza puntata. I detenuti, gli scacchi e le carte napoletane

Di |2020-09-11T15:16:49+01:007 Aprile 2017|Derelitti e delle pene|

Estratto (da “Derelitti e delle pene”)

Per raccontare venti anni di carcere in Italia basterebbe forse un’unica circolare, emanata nel 1950. Con essa si disciplinavano l’ascolto dei programmi radiofonici e í giochi cui i condannati possono combattere l’ozio.

La diffusione nelle celle del giornale radio delle 14 era consentita a condizione che i direttori «o i funzionari da essi delegati, al fine di conoscere preventivamente le notizie radio, ascoltino la trasmissione delle ore 13, (altro…)

La vendetta di un uomo tranquillo

Di |2020-09-11T15:16:49+01:005 Aprile 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione

La vendetta rappresenta un elemento essenziale della storia cinematografica e i film di vendetta un vero e proprio genere con una costruzione piuttosto costante, che parte dalla situazione in cui un personaggio è vittima (lui, o persone a lui care) e che si evolve verso la resa dei conti.Lo spettatore è invitato all’immedesimazione e il suo peso emotivo principale si risolve nel tifare per l’eroe.

La vendetta di un uomo tranquillo altera notevolmente questi canoni perché manca la prima fase. Di cosa ci sia da vendicarsi lo apprendiamo gradualmente, e non abbiamo il tempo di identificarci con la vittima (altro…)

Torna in cima