Il sessantotto recensito da chi non era nato/5. Dallo slogan allo spot

Home>Il sessantotto recensito da chi non era nato/5. Dallo slogan allo spot

di Ascanio Celestini. Antologia di Giudizio Universale (febbraio 2008)

Le parole d’ordine dell’epoca e le pubblicità di oggi hanno la stessa funzione: affermare la propria esistenza. Ma da “L’impaginazione al potere” a “Magi water tutto pulito” qualcosa si è perso

Scarica il pdf!
Di |2020-09-11T15:16:20+01:0023 Marzo 2018|Giudizio Universale antologia|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in cima