Web philosophy

>Web philosophy

I commenti sui social sono un buon motivo per punire un dipendente pubblico? L’insegnante, il giornalista e la libertà di pensiero.

Da pochi giorni l’insegnante novarese che aveva manifestato apprezzamento su Facebook per la morte di un carabiniere ha ripreso servizio, non a contatto però con gli studenti. Nello stesso periodo, un giornalista della Rai ha vaticinato il suicidio di Salvini e nei suoi confronti è stato avviato un procedimento disciplinare. (altro…)

Di | 13 Settembre 2019|Categorie: 5, Web philosophy|Tags: , , , |

Blockchain in panne

La blockchain è la più ideologica fra le tecnologie digitali. Costituisce il culmine dell’anarco-libertarismo che ha animato inizialmente lo spirito della Silicon Valley e la sua sfiducia verso ogni forma di autorità centrale. L’idea di fondo è che grazie a un controllo distribuito fra i partecipanti a un network (altro…)

Di | 26 Luglio 2019|Categorie: 12, Web philosophy|Tags: |

Vorreste essere giudicati da un magistrato o da un algoritmo?

Si discute molto sull’opportunità che i membri del Consiglio Superiore della Magistratura siano nominati per sorteggio invece che per elezione. Ma tutto sommato essere scalzati dall’esercizio della volontà deliberativa a favore di un criterio casuale non è il macigno più grosso che grava sulla professione dei magistrati. Essi potrebbero essere sostituiti dall’intelligenza artificiale in alcune fasi del diritto penale. Non si tratta di fantascienza ma di quanto è già in corso nell’evolversi dell’automazione giudiziaria, e comincia a funzionare attivamente negli Stati Uniti. (altro…)

Di | 19 Luglio 2019|Categorie: Web philosophy|Tags: , , |

È giusto che la rete non sia mai interrotta?

Un mese fa, a seguito degli attentati che hanno provocato oltre cento morti, lo Sri Lanka ha sospeso qualche giorno i social per ragioni di sicurezza. Non era in realtà una novità assoluta, lo Sri Lanka era già ricorso a questa misura. (altro…)

Di | 28 Maggio 2019|Categorie: Web philosophy|

Hansel e Greta

Andiamo, chi non si è reso ancora conto che Greta Thunberg è una marionetta nelle mani di suo padre e sua madre? Tutti noi genitori abbiamo avuto quella tentazione. Anni fa, lo confesso, quando mio figlio era piccolo c’ho pure provato: (altro…)

Di | 22 Marzo 2019|Categorie: 11, Web philosophy|

Tecnologie digitali. Quando la soluzione viene prima del problema

Soluzionismo e soluzionite

 

Le tecnologie, ovviamente e da sempre, servono all’uomo per risolvere problemi. Sino all’avvento della tecnologia digitale non si era pensato, (altro…)

Di | 22 Marzo 2019|Categorie: 12, Web philosophy|

Avete bisogno di soldi? Vediamo se l’algoritmo li scuce

È vero che le banche preferiscono prestare soldi a chi già li ha, ma non si può negare che l’origine (anche se non la causa ultima) della crisi che ha cominciato a sprofondare l’economia è nata dalla spregiudicatezza e dall’avventatezza (altro…)

Di | 7 Dicembre 2018|Categorie: Web philosophy|Tags: , |

Scopri se sei un servo o una persona libera

La politica che riguarda tutti noi. Se avete la pazienza di leggere fino in fondo troverete un test da affrontare.

Da quando dicono che sono scomparse la destra e la sinistra c’è un dubbio che mi affligge (altro…)

Di | 16 Novembre 2018|Categorie: Web philosophy|Tags: , , , , , , , , |

Morti, vivi e spettri digitali

A margine del libro “La morte si fa social”

“La terra è dei vivi” proclamava diversi anni fa lo slogan pubblicitario di un ente della cremazione. Mi era impossibile reprimere il profondo malessere interiore che quella frase, volutamente a effetto, mi suscitava. Certo, intendeva sollevare il problema eminentemente pratico dell’intasamento dei cimiteri e, insomma, l’opportunità di togliersi dalle palle incenerendosi nel fuoco. Ma quel maramaldeggiare sul cadavere che permane debordava per forza in uno spregio più generale. (altro…)

Di | 16 Novembre 2018|Categorie: Web philosophy|Tags: , , |

Le parole crociate insegnano come resistere alla connessione

La rivoluzione digitale ha messo in crisi o mandato in soffitta una serie di strumenti analogici le cui funzioni sono divenute superflue oppure sono facilmente rese disponibili e concentrate su un unico dispositivo: mappe, agende, sveglie, macchine fotografiche, quotidiani, comuni telefoni e molto altro. (altro…)

Di | 9 Novembre 2018|Categorie: Web philosophy|Tags: , , |