Facebook

>Tag:Facebook

Gli auguri di compleanno dopo le notifiche di Facebook

Di | 6 Luglio 2018|3, Web philosophy|

Oggi Facebook mi notifica che 14 amici compiono gli anni e si porta avanti segnalandomi quelli che festeggeranno nei giorni a venire. In pochi secondi posso mandare un messaggio a ciascuno e anche ingraziarmelo con l’emoticon di una torta. Con molti di questi amici non c’è stata occasione di far seguire messaggi al contatto iniziale. Qualcuno effettivamente lo conosco, qualcuno è un amico davvero. Ma ha senso rispondere allo “stimolo” della macchina e ubbidirle inoltrando le candeline o mandando un video appositamente creato dal social? (altro…)

Di | 23 Marzo 2018|Twitoli|

Perchè è bizzarro che Facebook chieda agli utenti se una notizia è falsa

Di | 26 Gennaio 2018|Web philosophy|

Supponiamo che, a causa delle fake news, tre o quattro (altro…)

Perchè non giova ai quotidiani imparentarsi con Facebook

Di | 8 Settembre 2017|Web philosophy|

Tu organizza la festa che io ci metto la casa. Può funzionare anche tra Facebook e i quotidiani? Zuckenberg si è convertito alla tesi della complementarità tra social e testate giornalistiche. Accusato, al pari di Google, di parassitismo per l’utilizzo di contenuti creati dai media tradizionali e alla corde per la difficoltosa gestione delle fake, FB ha già dal 2016 coniato i cosiddetti Instant Articles, cioè la pubblicazione degli articoli direttamente su FB, senza rimandare al sito di origine: veloci da caricare, ottimizzati nelle metriche di lettura, standardizzati nella visualizzazione, retribuiti da FB con una parte degli introiti pubblicitari. (altro…)

Di | 3 Febbraio 2017|Democrazia secondo me|

I social network come Twitter e Facebook dovrebbero abbandonare il sogno adolescenziale di condurre campagne militari ed essere impiegati per quella effettiva capacità di coordinamento e comunicazione capillare e tempestiva che posseggono, che ne fa in potenza dei superbi agenti amministrativi. Potrebbero condurre la nostra società verso una wiki-amministrazione.

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)