Stretti e contraddetti

>Stretti e contraddetti

Testi sempre brevi: aforistici, narrativi, meditativi, impressionistici. Con un omaggio, nel titolo della sezione, a quel maestro della prosa fulminante che fu Karl Kraus.

Stretti e contraddetti

Ogni volta che il mio taccuino è pieno è il mio Giorno di Ringraziamento

Di | 21 luglio 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: , , |

Scoperta una spiaggia fascista a Chioggia. Il ducetto si affacciava dal barcone.

Di | 14 luglio 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: , , , , |

Aderenza rigorosa al vero sul lavoro e quando si scrive della realtà; finzione quando si scrive narrativa. A me continua a sembrare un buon criterio di divisione. Però ho una tale sensazione di andare contromano!

Di | 7 luglio 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: , , , , , |

Come Karl Kraus, considero per lo più un’aggravante il fatto che uno non possa farci niente.

Di | 30 giugno 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: |

I ragazzi hanno diritto di divertirsi la sera, non si può mettere il coprifuoco. Ovvio, i residenti hanno diritto alla quiete, ci mancherebbe. Certo, nessuno nega che i locali abbiano diritto di svolgere la loro attività. Si potrebbe vietare l’alcool dopo una certa ora, (altro…)

Di | 23 giugno 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: , , , |

La politica ha la capacità di trasformare in obiettivo ciò che nella vita di tutti i giorni ci suscita orrore: andare al ballottaggio.

Di | 15 giugno 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: , , |

Il feticismo delle statistiche gioca brutti scherzi. Poche ne ho viste così prive di senso come quella che, qualche giorno fa sul principale quotidiano nazionale, dava conto dei “consumi culturali”, informando ad esempio che il 41% degli italiani è entrato almeno una volta al cinema in un anno, il 31% nei musei e 24 milioni hanno letto almeno un libro. (altro…)

“A quel tempo s’incominciava a parlare di geni del football, ma nelle cronache dei giornali trovava posto tutt’al più un geniale centravanti ogni dieci inventori, tenori o scrittori. Lo spirito nuovo del tempo non si era ancora affermato”. Così scriveva Robert Musil negli anni venti riferendosi al 1913. (altro…)

Di | 1 giugno 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|Tags: , |

Con una divisa addosso, morivano sul fronte nonostante fossero ragazzi. La guerra totale, concentrandosi sugli obiettivi civili, li sterminava anche se erano ragazzi. (altro…)

Di | 25 maggio 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|

Ricordare sempre, scendendo in strada al mattino, di staccarsi da dosso il cartellino “Fate come se non ci fossi”.

Di | 19 maggio 2017|Categorie: Stretti e contraddetti|

Ultimi articoli