Limite di velocità

>Limite di velocità

Lo so, siete abituati che sul web si legge veloce, e che chi scrive tira subito alle conclusioni. Vivete nell’era del multitasking e fate sette cose contemporaneamente, e bisogna affrettarsi per passare alle sette successive. In questa sezione però, più ancora che in altre, vi chiedo di rallentare. Indugiare sul pensiero, il vostro oltre che il mio, come si sofferma lo sguardo su un paesaggio.

Il Mussolini di Antonio Scurati

Forse poteva aspettarselo dopo il suo discorso parlamentare. Alla Camera aveva opposto alla minaccia di arresto di Mussolini: “Dite al presidente che tra me e lui (altro…)

Perché si parla tanto del silenzio

Siamo seduti a fianco alla persona che amiamo, entrambi avvolti in un silenzio che si prolunga per diversi minuti. Cosa significa? Siamo arrabbiati? Non abbiamo più niente da dirci? (altro…)

Come comportarci con gli animali

Antispecismo, veganesimo e dintorni

La sovranità assoluta dell’uomo sulla terra subisce un attacco da due versanti contrapposti. (altro…)

Di | 12 ottobre 2018|Categorie: 10, Limite di velocità|Tags: , , , , , |

Dal sillogismo al freelogismo. Cosi’ cambiano i ragionamenti pubblici

Tutti gli articoli su questo sito sono scritti da Remo Bassetti

Sto leggendo un articolo su questo sito

Questo articolo è scritto da Remo Bassetti (altro…)

Quando l’autocertificazione è fuori luogo

Le decisione di autorizzare l’iscrizione scolastica in presenza di un’autocertificazione dei genitori sulla vaccinazione riporta al centro  dell’attenzione pubblica una figura ibrida, molto menzionata ma poco esplorata: l’autocertificazione. Proviamo a spenderci qualche pensiero, non solamente giuridico. Normalmente noi non ci “certifichiamo” ma ci presentiamo per come siamo, il che può originare nel prossimo delle certezze o delle presunzioni: se incontro qualcuno per strada sono certo che è vivo, se apre la porta di una casa alla quale busso tutti i giorni presumo che lì dentro abiti oppure lavori. (altro…)

Un calcio alla fortuna

Se pensate che la vostra squadra di calcio del cuore ha perso ingiustamente di sicuro vi sbagliate.

Ecco perché.

Le partite di questi mondiali di calcio, anche a causa del livellamento generale, si stanno spesso decidendo ai rigori o negli ultimissimi minuti, e spesso con episodi occasionali o sfortunati. Gli appassionati e i tifosi possono così puntualmente discutere se la vittoria (e la parallela sconfitta)siano state meritate oppure no. Ma ha poi senso questa controversia, applicata al calcio?

Due giovani filosofi, Corrado del Bò e Filippo Santoni De Sio, si sono cimentati con la questione in un libro appena pubblicato da Utet (La partita perfetta. Filosofia del calcio). Il loro obiettivo non è una lettura filosofica complessiva del calcio bensì “presentare, discutere e possibilmente risolvere alcune questioni” che sorgono nelle partite di pallone. Il fulcro del libro è tuttavia l’interrogazione del rapporto tra giustizia  e calcio che scinderei in tre filoni: 1) Il risultato di una partita di calcio può essere ingiusto? 2) E, nel caso, sarebbe giusto cercare, con i regolamenti, di renderlo più giusto? 3) Come mai ci sono condotte non vietate dal regolamento, che però se praticate sul campo vengono considerate ingiuste? (altro…)

Di | 6 luglio 2018|Categorie: Limite di velocità|Tags: , , |

Cosa cambia per noi tutti respingendo l’Aquarius

Il giudizio politico e lo stadio pre-politico

Quale giudizio politico dare sulla chiusura dei porti da parte di Salvini? Probabilmente il punto da cui cominciare sarebbe che non compete giuridicamente al Ministro dell’Interno chiudere i porti ma al Ministro dei Trasporti: chi ha voglia però di soffermarsi sopra simili quisquilie, specie se il capo del governo risponde alla domanda di un giornalista che non intende rispondere sul caso Aquarius, come se lo avessero disturbato per un pettegolezzo? In effetti, ciò di cui mi preme occuparmi è: in una società democratica quand’è che il giudizio politico è fuori luogo, nel senso che non deve proprio entrare in gioco? (altro…)

Di | 14 giugno 2018|Categorie: Limite di velocità|Tags: , , , |

TRADIMENTO

L’amante, Giuda, le chat, la marchesa di Merteuil, gli adolescenti e altro ancora

 

A una prima ed elementare definizione il tradimento si presenta come una situazione triadica nella quale qualcuno sceglie una persona o un gruppo al posto della persona o del gruppo che dovrebbe preferire. Come ogni definizione elementare, si tratta di un punto di partenza carico di ambiguità e lacune. In base a che cosa il traditore dovrebbe preferire il tradito (o i traditi)? (altro…)

Figli con due madri o due padri e via discorrendo

Trascritto all’anagrafe il certificato di nascita di un bambino con due madri. In queste settimane le grandi città hanno “strappato” verso l’omogenitorialità. Anche se la legge italiana è piuttosto restrittiva (ragion per cui la quasi totalità delle decisioni amministrative o giudiziarie si fondano sulla trascrizione di atti esteri), (altro…)

Di | 4 maggio 2018|Categorie: Limite di velocità|Tags: , , , , |

L’Africa senza luce

Mandare i vaccini in Africa. Inviare cibo. Ottime cose. Ma che dire se né l’uno né l’altro possono essere adeguatamente conservarsi? La drammatica situazione di povertà dell’Africa parte dalla mancanza della più importante conquista occidentale: l’energia elettrica. C’è una prospettiva particolarmente desolante per osservare l’immagine satellitare del nostro pianeta: focalizzarsi sulla parte “spenta”, contrariamente alle altre zone geografiche. (altro…)