Pensieri, Alfonso Gatto

>Pensieri, Alfonso Gatto

Ogni tanto la pigra editoria ci riserva qualche bella sorpresa. Ecco dunque che nel giro di nemmeno un anno Mondadori ha deciso di pubblicare, sia pure in un’edizione dalla veste tipografica inaccettabile per un volume di poesie, tutti i versi di Alfonso Gatto e prima ancora il meritorio editore Nino Aragno ha portato alla luce, per la prima volta e con un ricchissimo apparato di note, la raccolta dei suoi Pensieri. Come spesso capita ai lirici ermetici, la prosa in frammenti oscilla tra gli estremi della tortuosa verbosità e il semplicismo naif di certe affermazioni. Non credo, insomma, che Gatto avesse il passo naturale dell’aforista. Ma chi ha la pazienza di tenere il volume sul comodino sarà premiato con molte gemme letterarie preziose e destinate a un’eterna attualità come “Spesso nello scrivere, e per le cose che ci sembrano più inabissate vorremmo essere noi la carta” o “Il vero egoista è un uomo che non pensa mai a sé; è se stesso sino al punto da esserne distratto”.  L’altro pregio del diario è di creare un progressivo affetto per il personaggio, per la sua desolata, disillusa e qualche volta rancorosa sincerità.

 

Pensieri

Alfonso Gatto

Aragno

Di | 28 ottobre 2017|Libri consigliati|

Questo articolo mi ha fatto pensare a...