Stretti e contraddetti

>Stretti e contraddetti

Di | 26 aprile 2017|1, Stretti e contraddetti|

Ma quanti saranno quelli che salgono sull’autobus senza pagare? E’ curioso che tra le misure finanziarie per risanare il bilancio sia stata inserita una maximulta di 200 euro per i portoghesi, e soprattutto non mi è chiaro se la fiducia (altro…)

Di | 21 aprile 2017|1, Stretti e contraddetti|

La prima sentenza che riconosce un legame tra il tumore al cervello e le onde elettromagnetiche del cellulare è giustamente stata definita storica. Ovviamente ignoro se essa poggi su un serio fondamento scientifico.Guardando alla cerchia delle conoscenze ho, e non sono il solo, (altro…)

Di | 12 aprile 2017|1, Stretti e contraddetti|

Fuorionda: strano fenomeno in cui alcune persone vengono messe alla berlina per quel che hanno detto con schietta sincerità senza microfono invece che per le patetiche, evidenti, ridicole bugie e manipolazioni che hanno proferito nello stesso giorno davanti a un microfono

Di | 5 aprile 2017|1, Stretti e contraddetti|

Se si deve scegliere tra la banalità e il silenzio si ricordi almeno come anche certi silenzi rischino di essere banali.

Di | 28 marzo 2017|1, Stretti e contraddetti|

Si può benedire un edificio scolastico, purchè fuori dall’orario delle lezioni e con partecipazione facoltativa. Così ha deciso il Consiglio di Stato, riformando il Tar dell’Emilia Romagna. La sentenza è un piacevole esercizio di buon senso. I credenti potrebbero farsi benedire a casa loro?Non sarebbe la stessa cosa perché il significato della benedizione, (altro…)

Di | 23 marzo 2017|1, Stretti e contraddetti|

Una delle tesi più criticate di Kant è che l’obbligo di dire la verità funzioni anche quando un uomo armato cerca un nostro amico che si è nascosto in casa. In Texas siamo da ieri all’estremo opposto: un medico ha il diritto di mentire sulla presenza di una malformazione nel feto.Ma in fondo, perché non la sorpresa fino in fondo, (altro…)

Di | 17 marzo 2017|1, Stretti e contraddetti|

Ha suscitato scalpore e ironia la designazione del candidato Cinque Stelle a sindaco di Monza con soli venti voti raccolti via web. La candidata ha poi rinunciato per motivi personali, ma la questione rimane importante, e non solo perché da logica della votazione dovrebbe subentrare il secondo classificato, che di voti ne ha presi ancora meno. (altro…)

Di | 13 marzo 2017|Stretti e contraddetti|

Il giudice penale ha l’obbligo di stabilire se una difesa sia legittima oppure eccessiva. La responsabilità morale, invece, è quasi sempre impossibile da stabilire per chi non c’era: tutto accade, in una frazione di secondo, a una persona spaventata che non conosce le intenzioni e il livello di aggressività degli invasori. Quel che più mi ha fatto impressione, (altro…)

Di | 7 marzo 2017|Stretti e contraddetti|

Il film “Loving”, tra una settimana nelle sale, affronta apertamente, ambientandolo nel 1967, il tema del matrimonio interrazziale. Pochi giorni fa il New York Timesha rilevato (citando i pochi esempi contrari)quanto scarna sia una simile produzione cinematograficae come i film mainstream ancora presuppongano l’anormalità dell’intimità interrazziale (altro…)

Di | 1 marzo 2017|1, Stretti e contraddetti|

La guerra delle toilette è la nuova tappa del conflitto tra le visioni americani della libertà. L’espressione “This is a free country” è tuttora l’espressione più usata, (altro…)

Di | 24 febbraio 2017|1, Stretti e contraddetti|

Quando è stata ammessa l’obiezione di coscienza per il servizio militare, gli obiettori assolvevano i loro obblighi mediante il servizio civile: nessuno pretendeva di diventare colonnello. Mi rimane incomprensibile la polemica sul concorso (altro…)

Di | 20 febbraio 2017|1, Stretti e contraddetti|

Per capire quanto profondamente sia malata la nostra politica basta soffermarsi un secondo sul maxiemendamento del decreto milleproroghe. Non leggerlo, intendo: solo considerarlo linguisticamente. (altro…)

Di | 15 febbraio 2017|1, Stretti e contraddetti|

Molte delle violenze che vengono filmate, vengono commesse solo per essere filmate: non dico solo quelle dei terroristi, mi riferisco anche alle persone comuni. I grandi scrittori riescono sempre a ricordarci quanto ciò che ci sembra nuovo e contingente sia in qualche esistito in un passato lontano, pur in una forma diversa. (altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 8 febbraio 2017|12, Stretti e contraddetti|

La tecnologia è l’arte di organizzare il mondo per non dover averci a che fare, disse lo scrittore Max Frisch. Non si era ancora misurato con la tecnologia digitale, (altro…)

Infanzie rubate

Di | 3 febbraio 2017|7, Stretti e contraddetti|

Nel catalogo di domande stupide che ciascuno di noi si è sentito  almeno una volta rivolgere nella vita rientra di sicuro: “Vuoi più bene a mamma o a papà?”.Il Tribunale di Trieste ha pensato di rendere più sofisticato quest’interrogativo attribuendo a un bambino di sei anni il potere di decidere il genitore a cui essere affidato, (altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 3 febbraio 2017|9, Stretti e contraddetti|

Quello non sapeva che gli avevano pagato la casa. Questa che le avevano intestato la polizza. Un progresso è innegabile.

Tutte le morti accadono per errore?

Di | 24 gennaio 2017|1, Stretti e contraddetti|

Leggendo i resoconti sull’Hotel Rigopiano si allunga ogni giorno la catena di errori commessi. Quanto più aumentano i responsabili- si suggerisce- tanto più si dimostra che le morti erano evitabili. Il buon senso, è ovvio, suggerisce il contrario: se davvero sono stati commessi quattordici errori era quasi impossibile impedire le morti,diversamente che se ne fossero stati commessi solo due, e ancor più ineluttabile apparirà quel destino se i responsabili risulteranno mille. (altro…)

I delitti degli amici dei figli

Di | 17 gennaio 2017|4, Stretti e contraddetti|

Tutte le volte che un/una giovane uccide i genitori, con l’aiuto di un amico o un fidanzato, i commenti sociologici e psicologici si concentrano sull’oggetto, e soprattutto, il soggetto sbagliato. (altro…)

Di | 13 gennaio 2017|Stretti e contraddetti|

Lezioni di isteria sprezzante: ipotesi di risposta dopo la lunga attesa a un call center. “Buongiorno, sono Rossella. Come posso aiutarla?” “Allo stesso modo che si ti chiamavi Stefania”.

Di | 10 gennaio 2017|Stretti e contraddetti|

Quando, ancora ragazzino ma giunto all’età in cui sarebbe stato inappropriato svegliare i genitori per una ragione futile, mi capitava un momento di ansia notturna, mi tranquillizzavo scrutando dalla finestra le luci delle macchine che sfrecciavano lontane sulla tangenziale.Ancora oggi mi dà istintivo conforto, in un’ora molto tarda, osservare la luce nella casa di qualche insonne in un altro isolato: quasi un senso di invulnerabilità. (altro…)