4

Cos’è il crowdreading e come praticarlo

Di | 7 giugno 2017|4, Istruzioni per non morire|

Caro lettore che sei capitato su questa pagina, devo dedurre che è vero almeno uno di questi punti:

  1. Sei curioso di sapere cosa intendo per crowdreading.
  2. Ti piace il progetto di cui è prototipo di “Istruzioni per non morire”
  3. Ti sta piacendo il romanzo
  4. Stai pensando “vediamo questo stupido dove vuole arrivare”.

(altro…)

Cento anni dalla morte di Rodin: i disegni erotici

Di | 26 maggio 2017|4, Il Nuovo Giudizio Universale|

Si dice che nello studio di Rodin, ai primi del Novecento, ci fosse un via vai pazzesco e che le donne, vezzose aristocratiche come prosperose lavandaie, facessero praticamente la fila per posare nude al cospetto dell’artista.Il quale, per osservarle con criterio, ometteva anche di guardare il foglio su cui disegnava,lasciando che la matita vibrasse secondo impulsi emotivi. (altro…)

Quasi in diretta dal Salone del Libro

Di | 20 maggio 2017|4, Open space|

Le interviste internazionali della libreria Luxemburg (altro…)

Che vi venga un occidente/2

Di | 28 aprile 2017|4, Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale

Continua la ripubblicazione di 7 intellettuali islamici che recensiscono i nostri costumi. Ecco il secondo articolo, quello di Younis Tawfik sulla convivenza.  (altro…)

Omicidio all’italiana

Di | 28 marzo 2017|4, Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione

“Non fate i cretini!” è un’esortazione esasperata rivolta a persone prossime ma che calzerebbe bene per tutti quei comici che mettono al centro del repertorio la rappresentazione (fittizia) della propria stupidità. Quasi sempre ne vengono fuori gag consunte e prevedibili, come se, specie in Italia, la possibilità di ricorrere a questo canone storico della comicità avesse esaurito la capacità propulsiva. Una felice eccezione sono Maccio Capatonda(nome d’arte di Marcello Macchia) e il suo fedele partner in scena Herbert Ballerina (altro…)

I detenuti politici durante il fascismo

Di | 17 marzo 2017|4, Derelitti e delle pene|

Estratto (da “Derelitti e delle pene”)

Per i «politici» la fase più angosciante era quella dell’arresto, l’unica nella quale la polizia talvolta ricorreva ai pestaggi e alle torture. Una volta presa la condanna, i «politici» erano guardati con una certa deferenza da quei custodi normalmente assai meno eruditi di loro e, per tacita convenzione, (altro…)

I delitti degli amici dei figli

Di | 17 gennaio 2017|4, Stretti e contraddetti|

Tutte le volte che un/una giovane uccide i genitori, con l’aiuto di un amico o un fidanzato, i commenti sociologici e psicologici si concentrano sull’oggetto, e soprattutto, il soggetto sbagliato. (altro…)