Remo Bassetti

>Remo Bassetti

About Remo Bassetti

This author has not yet filled in any details.
So far Remo Bassetti has created 877 blog entries.

Middle England di Jonathan Coe

Di | 7 Dicembre 2018|Libri consigliati|

Dopo avere superato il limite di velocità in auto Sophie Trotter

(altro…)

Richter/annunciazione di Tiziano

Di | 7 Dicembre 2018|Ufficio visti|

La storia di questa mostra, microscopica ma densissima e ospitata a Palazzo Te di Mantova, nasce dalla volontà di affiancare due versioni di Annunciazione dipinte da Tiziano: la più nota, quella della Scuola Grande di San Rocco, del 1538, e l’altra, conservata a Napoli nel Museo di San Rocco, di vent’anni successiva. (altro…)

Turbine il miglior romanzo del 2018

Di | 7 Dicembre 2018|9, Sulla scrittura|

Mettiamolo in chiaro dall’inizio. In Turbine non ci sono commissari, e nemmeno misteri da svelare. Sì, per qualche pagina c’è quel che sembra un rapimento e sullo sfondo un’antica morte mai chiarita, ma nell’insieme sono episodi marginali, che servono solo a definire meglio alcuni personaggi. In Turbine non ci sono scene di sesso, e neanche d’amore. A dirla tutta, poi, il libro è segnato da una visione profondamente negativa della natura umana, che qualcuno potrà giudicare eccessiva. (altro…)

Avete bisogno di soldi? Vediamo se l’algoritmo li scuce

Di | 7 Dicembre 2018|Web philosophy|

È vero che le banche preferiscono prestare soldi a chi già li ha, ma non si può negare che l’origine (anche se non la causa ultima) della crisi che ha cominciato a sprofondare l’economia è nata dalla spregiudicatezza e dall’avventatezza (altro…)

Quattro poesie di Hayden Carruth

Di | 7 Dicembre 2018|Articoli recenti 2, Sulla scrittura|

(mia traduzione)

Spazzato via

(altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 7 Dicembre 2018|1, Stretti e contraddetti|

Immaginate se Salvini chiamasse per telefono Nicola, un suo amico delle vacanze al mare, e gli dicesse: “Ciao Nicola, ho una bellissima notizia sulla mafia nigeriana e ho pensato di dartela per primo”. (altro…)

Recensione del film “La ballata di Buster Scruggs”

Di | 7 Dicembre 2018|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Eppure. I fratelli Coen compongono un film a episodi nella cornice del western, che del genere dovrebbe rappresentare un piccolo catalogo, eppure a volte si servono di quello sfondo per attingere ampiamente ad altri canoni di genere. I fratelli Coen gettano il loro sguardo dissacratore ai miti della frontiera eppure non riescono (e probabilmente non lo vogliono) a scalfirne la sua dignità ultima, la sua poesia. (altro…)

Di | 30 Novembre 2018|Twitoli|

Stretti e contraddetti

Di | 30 Novembre 2018|1, Stretti e contraddetti|

Se qualcuno è in anticipo sul suo tempo proverà maggiore frustrazione, e incontrerà maggiore insuccesso, del ritardatario.

Non si starà esagerando con l’inconscio?

Di | 30 Novembre 2018|11, Motori di ricerca interiore|

Per una distinzione dall’inconsapevolezza: riprendiamoci la coscienza.

Pensateci bene: siete davvero sicuri di sapere perché avete cominciato a leggere questo articolo? E’ per puro interesse del tema? In realtà potrebbe darsi che qualche dettaglio della foto abbia riattivato un’attenzione che avevate sperimentato positivamente in un’occasione del tutto diversa. Oppure che conoscete l’autore, e il fatto che abbiate in mano una bevanda calda vi abbia ben predisposto nei suoi confronti (se invece aveste sorseggiato un gin tonic ghiacciato avreste pensato: il solito rompiballe!). O che vogliate dimostrare qualcosa alla persona che si trova nella stessa stanza. (altro…)

A cosa serve la filosofia

Di | 30 Novembre 2018|Open space|

Professore associato di filosofia del linguaggio all’Università del Piemonte Orientale, dove insegna filosofia della mente e filosofia della comunicazione. Si occupa soprattutto di sviluppo e patologia del senso del sé, osservandoli dalla prospettiva delle scienze cognitive ma con un’attenzione anche agli aspetti clinici. Recentemente ha inoltre pubblicato alcuni lavori di filosofia della musica, sul tema della natura delle emozioni musicali e del possibile ruolo della musica in psicoterapia.

Ha pubblicato alcune monografie in italiano e numerosi articoli su riviste e libri internazionali ed italiani.

Nalini Malani

Di | 30 Novembre 2018|Ufficio visti|

A volte c’è il rischio che raccontando una mostra si faccia torto all’artista, e sarebbe meglio limitarsi a dire: fidatevi, e andate a vederla. Nalini Malani è presente al Castello di Rivoli per la sua prima retrospettiva,  allestita dal museo piemontese insieme al Centre Pompidou con un bizzarro metodo che ha scelto di dividerla in due parti che selezionano opere diverse (la prima appunto a Parigi il Natale scorso). (altro…)

A che gioco gioca Baricco in The game

Di | 30 Novembre 2018|Articoli recenti 3, Sulla scrittura|

Cominciamo con una citazione letterale.

  • Un design piacevole capace di generare soddisfazioni sensoriali;
  • Una struttura riconducibile allo schema elementare problema/soluzione ripetuto più volte;
  • Tempi brevi tra qualsiasi problema e la sua soluzione;
  • Aumento progressivo delle difficoltà di gioco;
  • Inesistenza e inutilità dell’immobilità;
  • Apprendimento dato dal gioco e non dallo studio di astratte istruzioni per l’uso; (altro…)

Recensione del film “In guerra”

Di | 29 Novembre 2018|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

A chi già vent’anni fa era convinto che la classe operaia non esistesse più il film “In guerra”, più che preistoria, parrà fantascienza. (altro…)

Di | 28 Novembre 2018|Twitoli|

Funicolare di Napoli

Di | 16 Novembre 2018|Ufficio visti|

Di solito in questa sezione mi occupo di opere d’arte, ma come escludere che questo cartello sia un’installazione di Cattelan nella funicolare di Napoli, luogo in cui l’ho scattata? (altro…)

Recensione del film “La donna dello scrittore”

Di | 16 Novembre 2018|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Inquadratura: al tavolo di un bistrot un uomo è seduto da solo davanti a un bicchiere di vino rosso. Parte la voce narrante: “Era seduto al tavolo da solo davanti a un bicchiere di vino. Rosso”. (altro…)

Scopri se sei un servo o una persona libera

Di | 16 Novembre 2018|Articoli recenti 1, Web philosophy|

La politica che riguarda tutti noi. Se avete la pazienza di leggere fino in fondo troverete un test da affrontare.

Da quando dicono che sono scomparse la destra e la sinistra c’è un dubbio che mi affligge (altro…)

Morti, vivi e spettri digitali

Di | 16 Novembre 2018|Articoli recenti 2, Web philosophy|

A margine del libro “La morte si fa social”

“La terra è dei vivi” proclamava diversi anni fa lo slogan pubblicitario di un ente della cremazione. Mi era impossibile reprimere il profondo malessere interiore che quella frase, volutamente a effetto, mi suscitava. Certo, intendeva sollevare il problema eminentemente pratico dell’intasamento dei cimiteri e, insomma, l’opportunità di togliersi dalle palle incenerendosi nel fuoco. Ma quel maramaldeggiare sul cadavere che permane debordava per forza in uno spregio più generale. (altro…)

A cosa serve la filosofia

Di | 16 Novembre 2018|Open space|

Formatosi parallelamente in musica e filosofia, Pietro Gori ha intrapreso un percorso di ricerca dedicato allo studio del pensiero europeo moderno e contemporaneo, concentrandosi in particolare su figure cardine della cultura tardo-ottocentesca quali Friedrich Nietzsche, Ernst Mach e William James. Le sue peregrinazioni accademiche lo hanno portato da Padova a Napoli, per poi condurlo, dopo un breve ma significativo passaggio per Konstanz, fino alle sponde atlantiche del continente europeo. Attualmente vive e svolge la propria attività di ricerca e didattica a Lisbona, presso l’Istituto di Filosofia dell’Universidade Nova.