Archivio cronologico

>Archivio cronologico

Stretti e contraddetti

6 Settembre 2019|1, Stretti e contraddetti|

Il deputato conservatore inglese che si sposta tra i banchi dell’opposizione senza neppure  aspettare che Boris Johnson termini il suo discorso è un (altro…)

Il conte ex-dimezzato, i selfie di Salvini, Di Maio e l’uno che non vale l’altro: i linguaggi della crisi di governo.

6 Settembre 2019|Limite di velocità|

A un certo punto dell’estate, Matteo Salvini ha chiesto agli italiani di dargli “pieni poteri”. Il leader della Lega si è messo in una condizione non dissimile da quella degli integralisti islamici che in Algeria annunciarono che avrebbero abolito la democrazia in caso di elezioni, e che non senza ragione furono messi fuori legge subito dopo la vittoria elettorale. (altro…)

Recensione del film “5 è il numero perfetto”

6 Settembre 2019|Il Nuovo Giudizio Universale|

Ogni padre sogna che il figlio condivida qualcuno dei suoi interessi, o addirittura ne segua le orme nel mestiere, e fantastica che questo passaggio di testimone generazionale venga suggellato ritualmente da un dono. E Peppino Lo Cicero, sicario camorrista pensionato nella Napoli dei primi anni ’70, (altro…)

Rientri

6 Settembre 2019|Open space|

Critica non pregiudiziale della piattaforma Rousseau

6 Settembre 2019|8, Il futuro della democrazia|

Mettiamo che nella votazione pro o contro il governo Conte bis abbia votato 70.000 volte Casaleggio. E che abbia votato in modo divergente (e soprattutto in prevalenza a favore del governo) solo per non farsi scoprire. Questo significa che la piattaforma funziona male, come funzionano male i seggi elettorali nello Zimbabwe. Non che siano un errore di principio, né la piattaforma Rousseau né le elezioni nello Zimbabwe. Ma mentre per le seconde il problema è pubblico, e mette in pericolo l’espressione democratica del voto, (altro…)

Indagine filosofica sulla felicità/1. Pensare positivo. Dove sta la fregatura?

6 Settembre 2019|11, Limite di velocità|

Happycracy: la felicità nell’epoca liberista

E se la ricerca della felicità ci rendesse infelici? O perlomeno socialmente passivi?

Prima di provare a esplorare, nelle prossime puntate, il concetto più ambito ed essenziale (ma anche più misterioso ed evanescente) (altro…)

6 Settembre 2019|Twitoli|

Riposi

26 Luglio 2019|Open space|

Anche addormentarsi per il gatto domestico è in parte un segno d’amore per il padrone, perché predilige quelli dove ritrova il suo odore. A volte, però se si voleva leggere è un problema.

I giapponesi sono, nel mondo, i più attaccati al lavoro. Pure quando, più o meno dove capita, si addormentano.

Non è solo nell’asciutto buio del convento che è possibile cercare Dio

C’è chi per riposarsi con lo sport preferisce le sensazioni forti. Il base jumping in una trentina di anni ha provocato circa 200 morti

L’età in cui si è costretti a riposarsi stabilmente finisce per essere quella in cui si socializza per più ore all’aperto

Da quando si è scoperto che il riposo migliora la produttività dei dipendenti del 30 per cento le aziende cinesi incentivano una pennichella

Per quale mistero gli esseri umani pensano che la spiaggia sia in ogni caso un buon modo per distendersi?

Blockchain in panne

26 Luglio 2019|Forse ti sei perso, Web philosophy|

La blockchain è la più ideologica fra le tecnologie digitali. Costituisce il culmine dell’anarco-libertarismo che ha animato inizialmente lo spirito della Silicon Valley e la sua sfiducia verso ogni forma di autorità centrale. L’idea di fondo è che grazie a un controllo distribuito fra i partecipanti a un network (altro…)

Recensione del film Due amici

26 Luglio 2019|Il Nuovo Giudizio Universale|

Sulle ali del discreto successo di quel mezzo bidone che è stato L’uomo fedele, viene distribuita nella sale l’opera prima di Louis Garrel, Due amici, risalente al 2015, e già accompagnato dalla simpatia della critica che ha adottato questo figlio d’arte promuovendolo oltre i suoi meriti.

 

Non è che nel film sia tutto male. Il soggetto, tratto da De Musset, all’inizio è promettente. Mona è una detenuta in semilibertà, che lavora all’esterno ma deve tornare in carcere a dormire. (altro…)

Psicologia della punteggiatura. 4/Il punto e virgola

26 Luglio 2019|13, Sulla scrittura|

Il punto e virgola è ormai in agonia. Data della considerazione: un libro di grammatica del 1934. Visto che stiamo a parlare ancora della stessa cosa, le sue sette vite magari ce l’ha. Oppure è attaccato alle macchine in un caso di accanimento terapeutico?

Se così fosse sarebbe un ritorno alle origini, visto che nel Cinquecento veniva chiamato punto coma (o mezzo coma). Che futuro ti volevi aspettare con un’anagrafe del genere? (altro…)

L’interprete di Annette Hess

26 Luglio 2019|Libri consigliati|

Nel 1963 la Germania riuscì a imbastire a Francoforte un processo contro alcuni ufficiali nazisti: (altro…)

Gli altri fascismi

25 Luglio 2019|13, Limite di velocità|

Negli anni Trenta, in Romania, c’era un leghista che esibiva la croce, che dai suoi seguaci si faceva chiamare il Capitano e che era discretamente identificabile come fascista. E tutto questo, lo vedremo tra un attimo, non gli ha portato tanta fortuna. Ma abbandoniamo l’aneddotica, e veniamo per macrocategorie a parlare di storia che ritorna, o almeno di storia che rassomiglia (giacché la storia, uguale, non si ripete mai). (altro…)

Dieci personaggi della letteratura che se la cavano bene a letto

25 Luglio 2019|11, Sulla scrittura|

In ordine ascendente di classifica

  1. Rubens (L’immortalità, Milan Kundera). Appena prima delle sue nozze viene colto dalla nostalgia struggente della sua amante, che supplica vanamente di tornare con lui. Torna sconfitto il mattino del (altro…)

19 Luglio 2019|Twitoli|

Stretti e contraddetti

19 Luglio 2019|1, Stretti e contraddetti|

Tra le mille cose che si potrebbero celebrare di Andrea Camilleri mi piace ricordare come abbia realizzato il suo sogno letterario a settant’anni. Non sarà un caso che sia stato forse l’unico personaggio pubblico di una certa età che mai ha provato a fingersi giovane, e anzi persino (altro…)

Vorreste essere giudicati da un magistrato o da un algoritmo?

19 Luglio 2019|Web philosophy|

Si discute molto sull’opportunità che i membri del Consiglio Superiore della Magistratura siano nominati per sorteggio invece che per elezione. Ma tutto sommato essere scalzati dall’esercizio della volontà deliberativa a favore di un criterio casuale non è il macigno più grosso che grava sulla professione dei magistrati. Essi potrebbero essere sostituiti dall’intelligenza artificiale in alcune fasi del diritto penale. Non si tratta di fantascienza ma di quanto è già in corso nell’evolversi dell’automazione giudiziaria, e comincia a funzionare attivamente negli Stati Uniti. (altro…)

Tokyo express di Matsumoto Seicho

19 Luglio 2019|Libri consigliati|

I libri gialli, da qualche tempo, prosciugano una fetta discreta del mercato editoriale. (altro…)

Silenzi da vedere

18 Luglio 2019|Ufficio visti|

Un pittore e un fotografo ci aiutano a capire quando l’arte evoca il silenzio

In questi tempi, e non è affatto un male, c’è una discreta accentuazione delle riflessioni sul silenzio: in vari settori, compreso quello artistico, che anzi fa la parte del leone. (altro…)

Recensione del film Il ritratto negato

17 Luglio 2019|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Evidentemente bisogna arrivare a novant’anni, quelli che aveva il regista polacco Andrzej Wajda quando nel 2016 ha girato questo film, per concepire un intarsio tanto perfetto tra la rappresentazione cruda e tragicomica di un fatto e la sua diramazione metaforica, come avviene nella seconda scena. Polonia comunista del 1948: un pittore è nella sua casa-atelier e si accinge a dipingere sulla tela bianca. (altro…)