Archivio cronologico

>Archivio cronologico

Come siamo diventati nordcoreani, Krys Lee

23 giugno 2017|Libri consigliati|

La vita come teoria e come prassi. Nel quotidiano Krys Lee, divisa tra gli Stati Uniti e la Corea del Sud, dove è nata, organizza assistenza per i rifugiati nordcoreani. In questo avvincente romanzo ce li rende chiari e vivi descrivendo un’orribile zona di confine, quella tra la Corea del Nord e la Cina, (altro…)

Ius soli, demagogie e diritto di voto. E se la cittadinanza fosse a punti?

23 giugno 2017|5, Il futuro della democrazia|

Metti che a tua moglie si rompono le acque durante una crociera, a dodici miglia dalla costa degli Stati Uniti. Beh, capace che il pargolo viene fuori dalla pancia e dice: “How are you?”. Perché di diritto è cittadino americano. Non dico che sia un buon modello, però è interessante da sapere. E’ tipico degli stati imperialistici largheggiare nella cittadinanza: Caracalla, nel 212, estese la cittadinanza romana a tutti gli abitanti delle popolazioni conquistate. Quando invece la cittadinanza diventa questione spinosa, significa che c’è una chiusura etnica oppure una situazione economica collassata. (altro…)

La recensione sull’archivio nazionale dei film di famiglia

23 giugno 2017|6, Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale

Quando la cresima diventa Storia

In ogni casa ci sono vecchie bobine che immortalano matrimoni e vacanze. Un’associazione di Bologna ne ha raccolte migliaia: è Home movies, archivio nazionale dei film di famiglia, un vero monumento alla memoria privata. Che, con un paziente lavoro di ricerca, si trasforma in collettiva
(altro…)

Femmina

23 giugno 2017|7, Derelitti e delle pene|

Monologhi dal carcere

Se non ti dedichi a te stessa sei una larva, l’abitudine in carcere è di abbandonarsi, donne che non hanno denti, scendono in cortile in ciabatte, passano per i corridoi in pigiama, io entro dal lavoro all’una, faccio due ore e mezza di ginnastica, anche se qui se sei sensuale è un problema, non dico un vestito di Armani, essere femmina oltre che donna, non è permesso, ci sono problemi con le scarpe, niente tacchi, ma anche niente bidet, scaldiamo l’acqua con la bottiglia Uliveto, la sensualità disturba le detenute, gelosie, disturba gli agenti, vogliono la detenuta classica, con i tatuaggi, tagliuzzata, (altro…)

23 giugno 2017|1, Stretti e contraddetti|

I ragazzi hanno diritto di divertirsi la sera, non si può mettere il coprifuoco. Ovvio, i residenti hanno diritto alla quiete, ci mancherebbe. Certo, nessuno nega che i locali abbiano diritto di svolgere la loro attività. Si potrebbe vietare l’alcool dopo una certa ora, (altro…)

Lady Macbeth

23 giugno 2017|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione del film

Umberto Eco soleva indicare “La metamorfosi di Kafka” come esempio perfetto di verosimiglianza letteraria. Una volta accettato il primo rigo, e cioè che Gregor Samsa potesse svegliarsi un mattino nel corpo di uno scarafaggio, tutto il resto del racconto scorre con assoluta coerenza. (altro…)

Resistenze

23 giugno 2017|Open space|

Antonella Giani dell’associazione culturale Giardino forbito che resiste al macero dei libri con il progetto “Il libro che fu forbito al macero NO”

Capitolo sei: Giselle

23 giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Scaricalo o guarda qui sotto il trailer

NONOSTANTE CI SIA SCRITTO “ACQUISTA” CLICCANDO SOPRA L’ICONA SCARICHI GRATUITAMENTE IL SESTO CAPITOLO

SCARICA GRATUITAMENTE I PRIMI SEI CAPITOLI

Il trailer del capitolo

Musica consigliata per la lettura del sesto capitolo: En Deutsche Requiem (Brahms) diretta da Gardiner

“E’ un parente? Non avevo mai visto nessuno con lui”

“No, io…io faccio parte di un’associazione di volontariato. Veniamo…veniamo negli ospedali ad assistere chi non ha nessuno vicino e a dire una preghiera per lui”.

Il labbro della donna si gonfiò ancora e la bocca prese un tratto espressivo che oscillava tra il benevolo e il sardonico.

“Ho sentito che gli parlava. E’ bello questo, anche se non può sentirla. Anzi, è bello proprio perché non può più sentirla”.

Roberto esitò prima di replicare: “In che senso?”

“Nel senso che lo trovo un bell’omaggio. Tra persone coscienti la metà del tempo la passiamo parlando a persone che non ci ascoltano, e la consolazione è che faremo altrettanto quando sarà il loro turno. Ma qui è differente. Lui è già lontano da qui.  Però il suo corpo ancora si aggrappa a quello che trova. E noi gli infiliamo tra le dita l’ultimo biglietto di saluto. Guarda che anche se non ci sei più io ti parlerò egualmente. Con mio marito lo faccio da tre mesi ormai”. (altro…)

Capitolo cinque: Gaston

21 giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Scaricalo o guarda qui sotto il trailer

NONOSTANTE CI SIA SCRITTO “ACQUISTA” CLICCANDO SOPRA L’ICONA SCARICHI GRATUITAMENTE IL QUINTO CAPITOLO

TIENITI INFORMATO SUL ROMANZO E SULLE SUE PUNTATE


Iscriviti alla mia lista WhatsApp






Il trailer del capitolo

Musica consigliata per la lettura del quinto capitolo: Sour Times (Portishead)

Tese il guinzaglio e alla fine riuscì a sganciarsi gettandosi abbaiando fuori dal marciapiede. “Kelly” gli strillò dietro la padrona, ma il cane, avanzato di qualche metro sino quasi alla linea di mezzeria, si tratteneva sulla strada, ignorandola. La donna lo chiamò ancora ma la voce le uscì fioca, si portò sul bordo del marciapiede e con il guinzaglio che le pendeva si accingeva ad attraversare per riprendere il cane. Fu a questo punto che fece un gesto che a Roberto parve del tutto incongruo e, invece di voltarsi dal lato sinistro per controllare che non arrivassero macchine, si girò inequivocabilmente a guardare Gaston e alzò lentamente la mano destra in un segno di saluto, che Gaston ricambiò. Poi mosse decisa giù dal marciapiede e la berlina che sopraggiungeva a non meno di sessanta all’ora la travolse in pieno e la trascinò per una decina di metri davanti prima di completare la frenata. Kelly emise un latrato lancinante e cercò di infilarsi sotto il paraurti. Di lei si vedevano le gambe immobili.

 

“Salutato? Sì, somiglia a un saluto. E’ il gesto d’intesa finale. Significa che mi ha visto, che sa tutto, che è tutto a posto, che è pronta. Che non c’è violenza, che è solo il destino che segue il suo corso, che la pratica dell’ufficio si può archiviare, che spera di non aver dato disturbo. Che domani mattina non vedrà il sole. Che non serba rancore a nessuno”.

 

Come aveva potuto rimuoverlo così a lungo? Aveva quindici anni, erano sul campo di terra rossa insieme. La madre era morta in ospedale pochi mesi prima e Roberto non aveva potuto fare a meno di pensare che quel padre così assente ne avesse la colpa. (altro…)

Capitolo quattro: Amande

19 giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Scaricalo o guarda qui sotto il trailer

NONOSTANTE CI SIA SCRITTO “ACQUISTA” CLICCANDO SOPRA L’ICONA SCARICHI GRATUITAMENTE IL QUARTO CAPITOLO

SCARICA GRATUITAMENTE I PRIMI QUATTRO CAPITOLI

Il trailer del capitolo

Musica consigliata per la lettura del quarto capitolo: Waltz for Debby (Bill Evans)

Quel giorno emerse dai veli e rotolò sotto Roberto. Le bocche lanciarono le reti. Il seno di Amande era un commento a margine, e Roberto si rassicurò nel percepirlo carico di attese. Lo lesse con cura, senza perdere il segno con il dito e infine lo riepilogò in un’unica stretta. La lingua di lei reagì con una scossa elettrica e si disperse per portare la buona novella al corpo tutto di lui. Lui le entrò dentro subito con un’aggressiva voglia di vivere che lei scambiò per rabbia.

 

“Questa è finalmente l’occasione di farti cogliere la qualità del lavoro che faccio” riprese Amande.

“In che senso, scusa?”

“Ma l’hai capito  che cosa fa il coach? Ti aiuta a risolvere dei problemi, a prenderli dal verso giusto”

“Non mi sento nello spirito di scherzare Amande”

“E chi sta scherzando? Il coach è un allenatore per migliorare la propria vita. Allenare qualcuno per salvarla è appena un passo più in là. E’ lo stesso spirito”

“Non mi piace quando esageri nel porti al centro di tutto. Io ti sto parlando della mia vita in pericolo e tu la prendi come un’occasione professionale. E anche quest’eccesso di autocontrollo di fronte a un’enormità del genere…evidentemente non mi credi” (altro…)

Tragedie in due messaggi/7

16 giugno 2017|10, Fuori strada|

(altro…)

Versi, versi pure

16 giugno 2017|9, Versi, versi pure|

#spoonriver #inverno #poesie #poesiaitaliana #metafora #nostalgia #OliverSacks #minerali #icone #eterno #epitaffi #limerick

Il carcere della Camorra

16 giugno 2017|7, Derelitti e delle pene|

Da tempo nelle carceri meridionali si studiava il modo per evitare che i boss mafiosi potessero continuare a impartire ordini dalla cella. Con la camorra si andò oltre: i camorristi non si limitavano a conservare il potere che avevano fuori ma lo ampliavano e si servivano della prigione come luogo di reclutamento, in un certo senso ritornando alle origini, visto che le prime tracce dell’associazione risalgono alle prigioni borboniche.

(altro…)

La recensione di Roberto Saviano sul capoclan della Camorra

16 giugno 2017|6, Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale

DON ANTONIO

Antonio Bardellino, il mitico boss del casertano, l’uomo che ha sconfitto Cutolo, l’uomo che pur essendo nemico dei Corleonesi riusci a non sfidarli e a non subire affronto alcuno nonostante la sua alleanza con le famiglie perdenti di Cosa Nostra legate a Tano Badalamenti.
(altro…)

I diari di Keith Haring

16 giugno 2017|8, Ufficio visti|

Dal diario di Keith Haring , 18 dicembre 1978: “Nei primi minuti in cui mi dedico a un lavoro  insisto a disegnare un bordo intorno all’area che sto per dipingere perché mi serve per familiarizzare con la scala del dipinto che mi accingo a fare.

(altro…)

Cuori puri

16 giugno 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione del film

Nella parte finale di Cuori puri c’è una lunga scena di sesso tardo-adolescenziale che comprende tutto, fino al punto da passare, quasi protettiva, sopra quei due corpi nudi: (altro…)

Capitolo tre: Machaut

16 giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Scaricalo o guarda qui sotto il trailer

NONOSTANTE CI SIA SCRITTO “ACQUISTA” CLICCANDO SOPRA L’ICONA SCARICHI GRATUITAMENTE IL TERZO CAPITOLO

TIENITI INFORMATO SUL ROMANZO E SULLE SUE PUNTATE


Iscriviti alla mia lista WhatsApp






Il trailer del capitolo

Musica consigliata per la lettura del terzo capitolo: Concerto n. 20 per pianoforte e orchestra,  primo movimento ( Mozart)

“Domani alle 12, davanti al Museo di Cluny. Facciamoci questa promessa: ci diciamo di noi tutto, proprio tutto, senza nascondere nulla”.

Stordito, Roberto digitò sulla schermata precedente. Il messaggio era di sua figlia.

Cosa voleva dire Rose? Era informata di cosa gli stava accadendo? Per questo si stava precipitando lì dall’altro continente?

 

Gilbert Machaut, a una prima impressione, poteva risultare una persona antipatica e sgradevole. Si trattava di conoscerlo meglio. A quel punto, senza incolpare la superficialità dell’impressione, si poteva serenamente concludere che era effettivamente antipatico e sgradevole. (altro…)

15 giugno 2017|1, Stretti e contraddetti|

La politica ha la capacità di trasformare in obiettivo ciò che nella vita di tutti i giorni ci suscita orrore: andare al ballottaggio.

Capitolo due: Lilith

14 giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Scaricalo o guarda qui sotto il trailer

NONOSTANTE CI SIA SCRITTO “ACQUISTA” CLICCANDO SOPRA L’ICONA SCARICHI GRATUITAMENTE IL SECONDO CAPITOLO

TIENITI INFORMATO SUL ROMANZO E SULLE SUE PUNTATE


Iscriviti alla mia lista WhatsApp






Il trailer del capitolo

Musica consigliata per la lettura del secondo capitolo: Gold Prisms Incorporated (The Bad Plus) 

Il pranzo con Lilith ridondava, e Roberto non vedeva l’ora che si concludesse, irritandosi per la lentezza con cui la moglie scomponeva quelli che aveva definito trenta grammi di salmone, quasi che il suo interesse fosse lo scrupolo scientifico dell’ittiologo invece che la peristalsi gastrica che nell’era del mesozoico spingeva a cacciare i bisonti e i rinoceronti lanosi e in tempi più recenti accettava di essere sedata dal guacamole delle tapas messicane. (altro…)

È il turno di Gigi Ràiola

10 giugno 2017|8, I libri dei librai|