Archivio del mese di luglio 2018

>>luglio

Di | 27 luglio 2018|Twitoli|

Piccoli musei d’Italia

Di | 27 luglio 2018|Open space|

Lo straniero

Di | 27 luglio 2018|Forse ti sei perso, Sulla scrittura|

Ri/Leggere il grande romanzo di Camus. Con l’aiuto di una sua auto-recensione.

Il suo titolo è “Lo straniero”. L’apice della drammaticità è l’omicidio che segue la tensione tra un uomo di origini francese e un arabo. Il protagonista sembra incapace di andare oltre le sensazioni superficiali che gli trasmette il presente, come si dice abitualmente facciano i ragazzi che fissano per ore lo schermo dello smartphone. Quando sono passati oltre 75 anni dalla scrittura di un libro che quasi abbraccia il presente è la prova che si tratta di un’opera universale, che avrà sempre qualcosa da dire sul mondo che viviamo nel momento in cui lo leggiamo: specie se tratteggia un’esperienza interiore che segna l’umanità in quanto tale, l’esperienza dell’assurdo. L’incipit dello Straniero è uno dei più noti della letteratura del Novecento: “Oggi, mia madre è morta. O forse ieri, non lo so”. Non è questa una frase che definiremmo assurda? (altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 27 luglio 2018|1, Stretti e contraddetti|

Ogni lite sentimentale, come una serie televisiva, contiene il riassunto delle puntate precedenti

Versi, versi pure

Di | 27 luglio 2018|4, Versi, versi pure|

Possiamo parlarne in modo serio?

Di | 27 luglio 2018|Il futuro della democrazia|

I guadagni dei parlamentari italiani

E’ possibile, in Italia, parlare di stipendi e pensioni dei parlamentari in maniera che non sia burina, demagogica o vendicativa? (altro…)

È il turno di Renata Sguotti

Di | 27 luglio 2018|6, I libri dei librai|

Così comincia il romanzo/7

Di | 27 luglio 2018|3, Sulla scrittura|

Continuano i brevi video di tre minuti per raccontare gli inizi folgoranti dei romanzi. In linea con il regista Werner Herzog che, quando qualcuno sosteneva di avere una grande storia tra le mani, chiedeva: “What’s your first shot?” (altro…)

Piccoli musei d’Italia

Di | 20 luglio 2018|Open space|

“Ghetti” di Khaled Fouad Allam

Di | 20 luglio 2018|Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale, dalla “Guida per difendersi dal razzismo”

Lo studio considerato un classico sul ghetto è quello di Louis Wirth pubblicato nella traduzione italiana (Il ghetto) dalle edizioni Comunità nel 1968. L’autore così definisce il concetto: “Il termine ghetto designa il quartiere ebraico di una città. (altro…)

Psicologia della punteggiatura/1. Il punto

Di | 20 luglio 2018|Articoli recenti 1, Sulla scrittura|

Il punto sta andando incontro, nell’uso della lingua scritta, a un duplice e contraddittorio destino. Nello scritto comune, sempre più mediato dallo smartphone, scompare (ricordo altresì che il testo digitato non è uno scritto ma uno scriparlato: l’ho spiegato qui). (altro…)

Duane Michals

Di | 20 luglio 2018|Ufficio visti|

Se Georg Baselitz ha capovolto i quadri, Duane Michals ha capovolto la fotografia: cioè non alcune fotografie, ma proprio i concetti base della fotografia. Due su tutti. Il primo è che l’immagina parli da sola, e valga più di cento parole. Michals, per giunta con la vena dello scrittore di razza, ha invece “sporcato” suoi scatti con i testi, giungendo all’uovo di Colombo, ovvero alla dimostrazione che il testo e la foto insieme potessero dire molto più che il testo e la fotografia singolarmente (altro…)

Recensione del film “Il sacrificio del cervo sacro”

Di | 20 luglio 2018|9, Il Nuovo Giudizio Universale|

Il film comincia con una scena cruda e reale che potrebbe far alzare definitivamente dalla poltrona una quota di spettatori dallo stomaco delicato : un’operazione a cuore aperto. Yorgos Lanthimos mette subito in chiaro che non userà troppi riguardi verso lo spettatore. Chi resiste scoprirà che “Il sacrificio del cervo sacro” è però un’operazione a cuori chiusi. Algidi, intorpiditi, irraggiungibili. (altro…)

Le persiane verdi Georges Simenon

Di | 20 luglio 2018|Libri consigliati|

Chiunque voglia (altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 20 luglio 2018|Stretti e contraddetti|

Pochi giorni fa la Corte di Cassazione è stata pesantemente criticata per una sentenza nella quale, secondo i commenti di vari esponenti del ceto politico (altro…)

Di | 20 luglio 2018|Twitoli|

È il turno di Alberto Della Sala

Di | 13 luglio 2018|I libri dei librai|

Stretti e contraddetti

Di | 13 luglio 2018|Stretti e contraddetti|

“Ma cosa ne so io! Non distinguo una patata da un carciofo!”. Perché stupirsi se un giorno il sottosegretario all’agricoltura se ne uscisse così, visto che abbiamo appena sdoganato un sottosegretario alla cultura che dichiara di non leggere un libro da due anni?

Recensione del film “A quiet passion”

Di | 13 luglio 2018|Il Nuovo Giudizio Universale|

“Questa è la mia lettera al mondo che non ha mai  scritto a me”. Comincia con questi versi, forse i più conosciuti di Emily Dickinson, il gioco del continuo affaccio testuale fuori campo sulle scene del film “A Quiet Passion”. E nel giudicare l’opera, da subito si pone l’obbligo critico di non regalare al regista Terence Davies meriti ascrivibili esclusivamente alla grandissima poetessa americana e alla capacità della sua opera, solo apparentemente semplice, di suscitare brividi in chi l’ascolta recitata. Se infatti è vero che il biopic su un personaggio (altro…)