Archivio del mese di dicembre 2017

>>dicembre

L’educazione sentimentale, Gustave Flaubert

Di | 29 dicembre 2017|Libri consigliati|

Le feste sono sempre un’occasione (altro…)

Versi, versi pure

Di | 29 dicembre 2017|Versi, versi pure|

Stretti e contraddetti

Di | 29 dicembre 2017|Stretti e contraddetti|

Finito anche questo. Proprio adesso che cominciavo a impadronirmi del calendario.

Il mixaggio del presidente della repubblica agli italiani

Di | 29 dicembre 2017|Il futuro della democrazia|

(Troverete nel testo che segue brevi parti frammiste dei discorsi di fine anno dei presidenti della Repubblica che si sono succeduti dopo Einaudi e prima di Mattarella. Non è specificata la fonte di nessuna citazione. (altro…)

È il turno di Marco Lupo

Di | 29 dicembre 2017|I libri dei librai|

La poesia salverà il mondo

Di | 29 dicembre 2017|Open space|

Anna Belozorovitch nasce a Mosca nel 1983 e vive tra il Portogallo e l’Italia, dove si stabilisce nel 2004. E’ laureata in Mediazione linguistica e culturale, con specializzazioni in Criminologia e Cooperazione internazionale, frequenta il dottorato di ricerca in Studi Interculturali presso Sapienza – Università di Roma. In Italia ha pubblicato le raccolte poetiche: “Anima Bambina”, “Gioventù”, “Qualcosa mi attende” e il romanzo in versi “L’Uomo alla Finestra”. Ha inoltre pubblicato, nel 2012, “Como seria bom ser chuva”, raccolta di poesie scritta in portoghese. Nel 2015 è uscito il suo romanzo “24” Scatti e il volume di “Kazimir Malevič Poesia”, da lei tradotto e curato. Con la casa editrice LietoColle 2016 è stata pubblicata la sua ultima raccolta di poesie, “Il debito”.

Pipp food/6

Di | 29 dicembre 2017|Fuori strada|

Ogni settimana le recensioni di Michele Raviolino sulle trattorie (altro…)

Di | 29 dicembre 2017|Twitoli|

Recensione del film “Loveless”

Di | 29 dicembre 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Chi non ricorda “Kramer contro Kramer?”. Ecco. Questo film è il suo opposto. Se Dustin Hoffman e Meryl Streep si contendevano, non sempre con maturità genitoriale magari, l’affido del loro bambino dopo la separazione,“Loveless” narra di un’altra coppia ai titoli di coda in cui, però, del figlio dodicenne nessuno sa che farsene. (altro…)

Lincoln nel bardo

Di | 28 dicembre 2017|Sulla scrittura|

Il romanzo più bello del 2017

E’ complicato spiegare come sia scritto questo libro di George Saunders. Così stavo lì inerte, davanti alla mia pagina bianca.

Wrogger

 

Ma che in quel momento era un’enorme massa grigia dormiente.

Roger Bevins III (altro…)

Lettere e pretesti di Babbo Natale per non portare i regali quest’anno

Di | 22 dicembre 2017|Lo Storiopata|

 Caro Bjorn,

mi è parso di cogliere una nota polemica nella tua lettera, quando rivangavi che certe richieste non erano state esaudite lo scorso anno e ti devo dire con franchezza che non l’ho apprezzata. Credo che un anno di riflessione sull’umiltà e la moderazione delle pretese non possa che giovarti.

Cara Mirella,

no, non mi servo di Deeliveroo, Foodora o cose simili, non tratto con le microimprese. A maggior ragione potrei essere paralizzato da problemi organizzativi. Non mi aspettare quest’anno, perdonami.

(altro…)

Dobbiamo restituire all’Africa i suoi capolavori?

Di | 22 dicembre 2017|Limite di velocità|

Nel discorso fatto agli studenti di Oaugadagu, durante il suo viaggio in Africa di poche settimane fa, Emmanuel Macron ha assunto solenne impegno di restituire nel giro di cinque anni una parte cospicua del patrimonio artistico che attualmente vive nelle collezioni pubbliche e private. La sorprendente presa di posizione pubblica di Macron riapre un dibattito che ogni tanto timidamente riemerge ma in linea di principio è più veloce a spegnersi che a propagarsi. (altro…)

La poesia salverà il mondo

Di | 22 dicembre 2017|Open space|

Antonio Bux (Foggia, 1982), vive tra la Spagna e l’Italia. Suoi testi sono stati tradotti in spagnolo, francese, inglese, catalano, tedesco, rumeno e serbo. Ha curato la traduzione del libro Ventanas a ninguna parte dell’autore spagnolo Javier Vicedo Alós, oltre che la traduzione di testi scelti di autori tra i quali Leopoldo María Panero, Julio Cortázar, Dário Jaramillo, Álvaro García, Antonio Cabrera, Jaime Saenz, Pere Gimferrer, Pedro Salinas, Vicente Aleixandre e tanti altri ancora. È autore dei libri Disgrafie (Poesie 2000-2007 e altre poesie) (Salerno-Milano, Edizioni Oèdipus, 2013; libro vincitore della XXXVII edizione del Premio Minturnae Poesia Giovane “Ornella Valerio”) Trilogia dello zero (Milano, Marco Saya Edizioni, 2012) e Turritopsis (Di Felice Edizioni, Martinsicuro 2014) .

Il testamento in Italia non è di moda

Di | 22 dicembre 2017|Limite di velocità|

Pubblicato sul Corriere della Sera del 20/12/2017 in occasione della mostra “Chiamati all’eredità” all’Archivio di Stato di Torino

 Fare testamento è psicologicamente più impegnativo che compilare la lista delle spesa, eppure  si potrebbe tranquillamente scrivere l’uno sul retro dell’altra. Al compimento dell’Unità, l’Italia decise di adottare l’anti-formalismo del codice napoleonico e rese valida la volontà anche senza l’intervento del notaio, purchè autografa, firmata e datata. (altro…)

Recensione del film “L’insulto”

Di | 22 dicembre 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

In Libano il problema di fare i conti con il passato è talmente grave da impedire a di fare i conti persino del presente. In uno dei paesi più divisi del mondo l’ultimo censimento risale al 1970,per occultare il possibile sorpasso dei musulmani sui cristiani, che determinerebbe una crisi del già precario e singolare equilibrio di poteri (le tre principali cariche dello stato sono assegnate di diritto a uno scita, un sunnita e un cristiano). Al tempo stesso, il Libano è il paese con la più alta proporzione di immigrati rispetto agli abitanti, addirittura 1 su 4. In Libano risiede una quantità cospicua di palestinesi, non nelle grazie di tutta la popolazione e in particolare invisi ai cristiano maroniti. (altro…)

Stretti e contraddetti

Di | 22 dicembre 2017|Stretti e contraddetti|

Per quanto severamente si possa giudicare ogni mossa di Trump si deve pur riconoscere che di rado nella storia delle democrazie si era assistito a un tale intransigente rispetto delle promesse elettorali. (altro…)

Babbo Natale al capolinea ovvero
la scomparsa dell’infanzia

Di | 21 dicembre 2017|Limite di velocità|

Pubblicato sulla Stampa il 4/1/2007 e poi sul Foglio. Oggi lo riscriverei uguale.

Babbo Natale venne impiccato il 24 dicembre del 1951, davanti alla cattedrale di Digione. Alcune centinaia di famiglie della parrocchia, sostenute dal clero, lasciarono penzolare dalla cancellata un fantoccio vestito come Santa Claus, e poi lo bruciarono sulla piazza, colpevole di infiammare le pulsioni consumistiche nei giorni sacri. Ad onta di quell’incidente di percorso il barbuto beniamino dei bimbi, (altro…)

L’intervista a Erika Di Martino

Di | 15 dicembre 2017|Le interviste|

La paladina dell’homeschooling

Istruire i figli: meglio a casa che a scuola? (altro…)

La poesia salverà il mondo

Di | 15 dicembre 2017|Open space|

Biancamaria Frabotta è nata a Roma, dove vive. Insegna Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Roma “La Sapienza”. Poetessa, autrice di un romanzo e di testi teatrali, ha al suo attivo una vasta produzione saggistica, tra cui va ricordata l’antologia Donne in poesiaLetteratura al femminileGiorgio Caproni il poeta del disincantoL’estrema volontà. Collaboratrice di riviste, è stata redattrice di Orsa minore (dal 1981 al 1983) e di Poesia (dal 1989 al 1991). A lungo, ha scritto sul Manifesto.

“Orgasmo” di Margherita Granbassi

Di | 15 dicembre 2017|Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale, dalla “Guida al corpo della donna”

Quando si parla di orgasmo maschile la questione è semplice: o c’è o non c’è. Non è un’opinione. Quello della donna sembrerebbe di sì. Tu ce l’hai? E dove? E quanto? (altro…)