Archivio del mese di Giugno 2017

>>Giugno

Tragedie in due messaggi/6

Di | 1 Giugno 2017|Fuori strada|

Dopo avere esplorato come si sarebbe comportato Achille Campanile se nel 1925, quando scrisse le sue “tragedie in due battute”, ci fosse stato Whatsapp metto ora in circolo versioni apocrife (oltre che digitali) delle tragedie medesime (altro…)

Ritratto di famiglia con tempesta

Di | 1 Giugno 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione del film

Non si è mai vista una tempesta così poco tempestosa, almeno rispetto alle attese. Che sia un arrivo una tempesta lo dice il titolo del film, e cominciano a parlarne all’inizio della pellicola. Una tempesta familiare dovrebbe essere in corso, data la fresca morte del capofamiglia ma nessuno dei suoi cari sembra rimpiangerlo oltre misura.

(altro…)

È il turno di Luigi Colucci

Di | 1 Giugno 2017|I libri dei librai|

Le ragioni di un romanzo che parte dal web

Di | 1 Giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Crowdreading e un esperimento letterario

Perché, dopo avere scritto libri per diversi e rilevanti editori, pubblico questo romanzo gratuitamente in rete, per di più con una formula a puntate, che mi piace definire e-feuilleton?

Qualsiasi intellettuale che voglia scommettere sul futuro della nostra civiltà deve avere in questo momento un obiettivo prioritario: spingere alla lettura gli internauti, andandoli a stanare nei loro spazi. Se poi si riesce a convogliare sugli stessi testi in rete gli abituali lettori cartacei, si compie il prodigio di mettere in contatto due mondi che rischiano ormai una grave incomunicabilità.Personalmente, e nel mio piccolo, ci sto provando con il wrog, e ora ci provo con un romanzo che un po’ mischia canoni e registri (con una prevalenza del grottesco) ma ha una struttura formale classica e lineare. (altro…)

La trama del romanzo

Di | 1 Giugno 2017|Istruzioni per non morire|

Immaginate di svegliarvi nel cuore della notte e trovare un intruso in casa che non è fatto di carne, non è visibile a nessun altro che a voi, vi annuncia che morirete fra quattro giorni e rivela che tutti gli esseri umani, arrivati alla data fatidica, ricevono una visita identica. E’ quello che capita a Roberto, programmatore informatico di altissimo livello che vive a Parigi. (altro…)

Il silenzio, Erling Kagge

Di | 1 Giugno 2017|Libri consigliati|

Chi potrebbe essere più autorevole a scrivere sul silenzio dell’uomo che per primo ha raggiunto da solo il Polo Sud? (altro…)

Di | 1 Giugno 2017|Twitoli|

Di | 1 Giugno 2017|Stretti e contraddetti|

“A quel tempo s’incominciava a parlare di geni del football, ma nelle cronache dei giornali trovava posto tutt’al più un geniale centravanti ogni dieci inventori, tenori o scrittori. Lo spirito nuovo del tempo non si era ancora affermato”. Così scriveva Robert Musil negli anni venti riferendosi al 1913. (altro…)