Archivio del mese di marzo 2017

>>marzo

Il carcere dopo la guerra. Seconda puntata

Di | 31 marzo 2017|Derelitti e delle pene|

Estratto (da “Derelitti e delle pene”)

Nel caos che travolge le carceri nell’immediato dopoguerra, la prima preoccupazione del governo diventa quella di riprendere in mano la situazione. Così, le circolari tra il 1945 e il 1948, si soffermano sulla necessità di un ritorno alla disciplina e alla normalità e indugiano esclusivamente su indennità, vestiario e appalti. (altro…)

Democrazia secondo voi

Di | 31 marzo 2017|Democrazia secondo voi, Open space|

Intervista all’ex feto dell’ultimo romanzo di McEwan

Di | 31 marzo 2017|Sulla scrittura|

Recensione nel guscio

E’ appena planato alla fine di pagina 172, penultima pagina del romanzo. In quella successiva fa finalmente conoscenza con il volto materno, che tante volte ha immaginato dall’utero e che  un certo punto aveva pensato di non incontrare mai: quando il prurito dell’azione aveva colto perfino lui, personaggio di pensiero, spingendolo a farsi percorrere circolarmente dal cordone ombelicale sino a stritolarsi. (altro…)

Mussolini «primo sportivo d’Italia»

Di | 31 marzo 2017|3, Storia e storie dello sport in Italia|

Che Mussolini dovesse sostenere la campagna di valorizzazione dello sport è più che comprensibile, e pertanto appare normale che egli comparisse, pur talvolta annoiandosi, in occasione delle grandi manifestazioni sportive e delle partite di calcio,alle quali aveva anche l’encomiabile abitudine di pagare il biglietto. Diventava semmai grottesco fare di lui il deus ex machina che consentiva, con il solo aleggiare del suo spirito, (altro…)

Ricordando Pasolini: i libri, accattone, l’omicidio. Gli articoli di Davico Bonino, Calopresti e Garofano

Di | 31 marzo 2017|Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale

Scarica il pdf!

Piccoli crimini coniugali,
Eric-Emanuel Schmitt

Di | 31 marzo 2017|Libri consigliati|

Dal 6 aprile esordirà in Italia in versione cinematografica. E’ una piéce teatrale. Ma è anche un racconto lungo, in forma dialogica, di un’intelligenza sconvolgente che vi renderà impossibile staccarvi dal libro prima di finirlo, quella mezzoretta che dura. (altro…)

Di | 31 marzo 2017|Democrazia secondo..|

L’unica alternativa ragionevole tanto allo status quo del capitalismo finanziario selvaggio quanto al recupero di una presunta sovranità dello stato nazionale, che in realtà è già erosa da tempo, è una cooperazione sovranazionale capace di dare una forma socialmente accettabile alla globalizzazione economica

Di | 31 marzo 2017|Democrazia secondo me|

La chiave di quella che definirei democrazia partecipativa responsabile è portare in primo piano nel discorso politico i concetti di giustizia e responsabilità. Riusciremo a salvare quel bene prezioso che è la democrazia solo se ne faremo davvero un metodo per migliorare la vita delle persone, e anche il loro senso morale

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)

È il turno di Luigi Colucci

Di | 31 marzo 2017|I libri dei librai|

Di | 30 marzo 2017|Twitoli|

Di | 28 marzo 2017|Stretti e contraddetti|

Si può benedire un edificio scolastico, purchè fuori dall’orario delle lezioni e con partecipazione facoltativa. Così ha deciso il Consiglio di Stato, riformando il Tar dell’Emilia Romagna. La sentenza è un piacevole esercizio di buon senso. I credenti potrebbero farsi benedire a casa loro?Non sarebbe la stessa cosa perché il significato della benedizione, (altro…)

Omicidio all’italiana

Di | 28 marzo 2017|Il Nuovo Giudizio Universale|

Recensione

“Non fate i cretini!” è un’esortazione esasperata rivolta a persone prossime ma che calzerebbe bene per tutti quei comici che mettono al centro del repertorio la rappresentazione (fittizia) della propria stupidità. Quasi sempre ne vengono fuori gag consunte e prevedibili, come se, specie in Italia, la possibilità di ricorrere a questo canone storico della comicità avesse esaurito la capacità propulsiva. Una felice eccezione sono Maccio Capatonda(nome d’arte di Marcello Macchia) e il suo fedele partner in scena Herbert Ballerina (altro…)

Di | 28 marzo 2017|Twitoli|

L’arminuta, Donatella Di Pietrantonio

Di | 24 marzo 2017|Libri consigliati|

Quando uno è d’obbligo, due diventa zero. Una ragazzina che la sua famiglia ha dirottato alla nascita presso parenti più abbienti, viene improvvisamente e senza spiegazione restituita al mittente. (altro…)

Diego De Silva recensisce il grembiule scolastico

Di | 24 marzo 2017|Giudizio Universale antologia|

Antologia di Giudizio Universale

Scarica il pdf!

Gao Bo

Di | 24 marzo 2017|Ufficio visti|

Ufficio visti

Quando aveva 30 anni la madre si suicidò davanti a lui. Le sue ultime parole furono: “Figlio, sentiti libero di amare l’umanità, perché dell’odio mi sono fatta carico io”. Gao Bo ama l’umanità e, forse per questo ne vede soprattutto la fatica nel raggiungere le mete e la necessità di raggiungerle per sottrazione, come per i monaci buddisti o gli emigranti. (altro…)

L’uomo che chiudeva gli occhi

Di | 24 marzo 2017|Lo Storiopata|

Racconto

Commissario, gli dico mentre incrocio i suoi occhi grigi sui quali si stira verticale un filo rosso di sangue, commissario, lei dica e pensi quello che vuole, lei è pagato per farsi i fatti degli altri e guardare in casa loro ma io no, io sono contento di vivere in un posto dove la gente è discreta, non come al sud, che un collega mio che ci vive mi ha raccontato un detto,che in Comune ci sta pronto un miliardo per chi si fa i cazzi suoi e ancora nessuno lo deve andare a ritirare, e io poi commissario c’ho da pensare al lavoro mio, che è una responsabilità mica da poco, seguire sullo schermo le oscillazioni dei titoli azionari, prima New York e quando New York chiude passo a Tokyo, e poi le borse europee, e insomma diciotto ore, dodici in ufficio e il resto a casa, e quindi nel palazzo chi li vede e chi li guarda in faccia, buongiorno e buonasera, chi c’ha il tempo per le chiacchiere dei vicini, (altro…)

Dall’intimità all’estimità? Gioie e patologie delle condivisioni in rete

Di | 24 marzo 2017|8, Web philosophy|

A cosa risponde l’impulso di postare contenuti personalissimi sui social media? Sarebbe opportuno controllarlo? Quale valore assume per se stessi?

Lo psichiatra francese Serge Tisseron ha coniato nel 2001 il termine “extimitè” che possiamo letteralmente tradurre in italiano come estimità. Il neologismo in realtà si deve a Lacan (con un significato diverso), è stato ripetutamente utilizzato da Bauman, (altro…)

Di | 24 marzo 2017|Democrazia secondo me|

Il percorso di una nuova democrazia va intrapreso, più che nel segno di un radicalismo rivoluzionario (che ha sempre spianato la strada solo a nuove oligarchie o celato il regolamento di conti tra quelle vecchie) nell’offrirsi reciproco sostegno i cittadini e le istituzioni, non solo per governare ma per riapprendere i ruoli che hanno dimenticato

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)

Di | 24 marzo 2017|Democrazia secondo..|

È un fatto costante oggi, negli Stati Uniti, che gli uomini più notevoli sono raramente chiamati alle pubbliche funzioni…è evidente che la razza dei grandi uomini di stato americani è singolarmente degenerata in quest’ultimo mezzo secolo

 

(da “La democrazia in America, 1835)