Focus

La democrazia secondo voi

Il discorso di Pericle agli Ateniesi nel XXI secolo

Questa settimana rivediamo chi ha impersonato Pericle ai nostri giorni.

Oggi il video-intervento di Giuseppe Berta, storico dell’economia, rivolto agli abitanti della Città del Lavoro.

Manda il tuo video
Archivio video

La democrazia secondo me

Il percorso di una nuova democrazia va intrapreso, più che nel segno di un radicalismo rivoluzionario (che ha sempre spianato la strada solo a nuove oligarchie o celato il regolamento di conti tra quelle vecchie) nell’offrirsi reciproco sostegno i cittadini e le istituzioni, non solo per governare ma per riapprendere i ruoli che hanno dimenticato

Remo Bassetti (da Cosa resta della democrazia)

24 marzo 2017|

La democrazia secondo…  Alexis De Tocqueville

È un fatto costante oggi, negli Stati Uniti, che gli uomini più notevoli sono raramente chiamati alle pubbliche funzioni…è evidente che la razza dei grandi uomini di stato americani è singolarmente degenerata in quest’ultimo mezzo secolo

 

(da “La democrazia in America, 1835)

24 marzo 2017|

Ultimi articoli

Una delle tesi più criticate di Kant è che l’obbligo di dire la verità funzioni anche quando un uomo armato cerca un nostro amico che si è nascosto in casa. In Texas siamo da ieri all’estremo opposto: un medico ha il diritto di mentire sulla presenza di una malformazione nel feto.Ma in fondo, perché non la sorpresa fino in fondo, (altro…)

23 marzo 2017|1, Stretti e contraddetti|

Quando si giocava la schedina

Ad associare il mondo del calcio all’idea dell’arricchimento fu anche il decollo del Totocalcio, il concorso pronostici delle partite. L’idea della schedina venne in mente al giornalista triestino Massimo Della Pergola mentre si trovava in un campo d’internamento durante la guerra.Al ritorno, ottenne l’autorizzazione dello stato a vararla e gestirla per mezzo di una società chiamata Sisal,nome che per consuetudine avrebbe indicato la schedina stessa. (altro…)

23 marzo 2017|3, Storia e storie dello sport in Italia|

L’uomo che chiudeva gli occhi

Racconto

Commissario, gli dico mentre incrocio i suoi occhi grigi sui quali si stira verticale un filo rosso di sangue, commissario, lei dica e pensi quello che vuole, lei è pagato per farsi i fatti degli altri e guardare in casa loro ma io no, io sono contento di vivere in un posto dove la gente è discreta, non come al sud, che un collega mio che ci vive mi ha raccontato un detto, (altro…)

24 marzo 2017|2, Lo Storiopata|

Il carcere dopo la guerra. Prima puntata

Estratto (da “Derelitti e delle pene”)

Le prigioni repubblicane. Il carcere della vergogna

 

Per fronteggiare l’emergenza degli italiani prigionieri di guerra in Italia, nel 1945 si allestirono, a fianco delle carceri ordinarie, delle prigioni supplementari, di solito consistenti in campi all’aperto. (altro…)

23 marzo 2017|4, Derelitti e delle pene|

Dall’intimità all’estimità? Gioie e patologie delle condivisioni in rete

A cosa risponde l’impulso di postare contenuti personalissimi sui social media? Sarebbe opportuno controllarlo? Quale valore assume per se stessi?

Lo psichiatra francese Serge Tisseron ha coniato nel 2001 il termine “extimitè” che possiamo letteralmente tradurre in italiano come estimità. Il neologismo in realtà si deve a Lacan (con un significato diverso), è stato ripetutamente utilizzato da Bauman, ha salde radici etimologiche nella lingua latina (della quale avevamo conservato intimus ma perduto il suo opposto extimus). (altro…)

24 marzo 2017|5, Web philosophy|

È il turno di Francesco Mecozzi

24 marzo 2017|6, I libri dei librai|

Uomini che interrompono le donne. Cosa vuol dire veramente?

Uomini che odiano le donne certo è peggio. Ma uomini che interrompono le donne, pare, è molto frequente. Manterrupting, lo chiamano.Vedremo cosa significa, e cosa sottenda. Proveremo a suggerire che nasconda un significato ancora più esteso di quello cui viene associato. Spero che l’articolo sia letto dalle donne, ovvio, ma anche dagli uomini, perché riguarda i rapporti tra i sessi. Viene scritto da un uomo che prova a guardare le cose dal lato delle donne, probabilmente con tutte le imperfezioni che il mimetismo comporta sul piano della comprensione interiore.
(altro…)

9 marzo 2017|8, Il futuro della democrazia|

Diego De Silva recensisce il grembiule scolastico

Antologia di Giudizio Universale

Scarica il pdf!
24 marzo 2017|10, Giudizio Universale antologia|

Spose bambine, crack dei mercati e demagogia. Così ci fa danno la velocità

I matrimoni combinati presentano la caratteristica di abbassare l’età dei coniugi poichè i genitori, che operano come imprenditori in un mercato, temono che i “pezzi più pregiati” vengano accaparrati da altri: o peggio, soprattutto nelle società poligamiche, che l’offerta di donne venga improvvisamente a coincidere con una carenza di domanda da parte degli sposi. Ecco che diventa normale, in India ad esempio, il fenomeno delle spose bambine.In altri posti hanno pensato che la previdenza non è mai troppa, e hanno cominciato concedere una sorta di futures sui bambini, promettendo in matrimonio i neonati. (altro…)

17 marzo 2017|12, Limite di velocità|

Versi, versi pure

17 marzo 2017|7, Versi, versi pure|

Gao Bo

Ufficio visti

Quando aveva 30 anni la madre si suicidò davanti a lui. Le sue ultime parole furono: “Figlio, sentiti libero di amare l’umanità, perché dell’odio mi sono fatta carico io”. Gao Bo ama l’umanità e, forse per questo ne vede soprattutto la fatica nel raggiungere le mete e la necessità di raggiungerle per sottrazione, come per i monaci buddisti o gli emigranti. (altro…)

24 marzo 2017|9, Ufficio visti|

Recensione di La La Land
(Scusate! di Moonlight)

Doppia recensione

La La Land è la storia di un omosessuale nero e del suo tormentato percorso di crescita nella periferia di Miami. E’ diviso in tre fasi, ordinate cronologicamente  che seguono la vita del protagonista Chiron: da piccolo ( “Little” è anche il soprannome affibbiatogli dai coetanei, per via della sua molle gracilità), da adolescente, da giovane. La sua infanzia è resa intollerabile, oltre che dai soprusi dei compagni, dalla tossicodipendenza della madre.Trova sponda umana solo nello spacciatore Juan e in sua moglie Teresa,che lo prendono a benvolere,e nel coetaneo Kevin, che in tutte e tre le parti del film avrà il ruolo di accompagnarlo (altro…)

17 marzo 2017|11, Il Nuovo Giudizio Universale|

Catalogo dei mendicanti del centro di Torino

Trattato sulla mendicanza/1

Una è una zingara, di una certa età, non precisamente determinabile. Augura buona fortuna e insinua con discrezione il dubbio che però sia condizionata all’elemosina. Quando prende più confidenza saluta con “Belluzza” o “Belluzzo”.Più volte, del tutto incongruamente, è apparsa in foto su un giornale, mentre tocca una scultura in strada con scritto “Risparmio” (altro…)

24 febbraio 2017|13, Lo Storiopata|

Forse vi siete persi…

Articoli consigliati

È il turno di Luigi Colucci, Libreria Bodoni, Torino

Di | 7 novembre 2016|