Focus

I piccoli musei d’Italia

Non sempre gli itinerari turistici ne danno conto quanto meritano.  Eppure spesso varrebbero da soli un viaggio. In video sul wrog i piccoli musei si raccontano

Questa settimana il museo dell’arte del cappello di Ghiffa

Il Wrog al festival letterario

Ultimi articoli

Stretti e contraddetti

Proporrei una moratoria della parola “storico”, specialmente nel campo politico. Storico è quel che la storia, dopo un certo tempo, mostra come tale. (altro…)

11 settembre 2018|1, Stretti e contraddetti|

Perchè Eleanor Oliphant va benissimo?

Da pochi giorni sappiamo ufficialmente che diventerà anche un film, probabilmente interpretato da Reese Whiterspoon, che ne ha acquistato i diritti. È stato tradotto in quaranta paesi, quasi sempre raggiungendo i vertici delle classifiche. Anche negli Stati Uniti, dopo la pubblicazione dell’edizione economica. È il caso editoriale mondiale del momento. (altro…)

13 settembre 2018|3, Sulla scrittura|

Recensione del film “Mr. Long”

Ma questo non è un film, è una compilation! Quando si parla di commistione di generi ci si attende, per lo più, che elementi dell’uno o dell’altro, in numero limitato, vengano fatti coesistere per sovrapposizione. Il regista giapponese Sabu, in Mr. Long la prende in un modo differente: venti minuti di crime movie, stop, venti minuti di film comico, stop, venti di mélo familiare, stop eccetera, e a un certo punto in questo bailamme cala pure il teatro kabuki. Il virtuosismo di Sabu nel maneggiare materiali tanto eterogenei è mostruoso, (altro…)

11 settembre 2018|2, Il Nuovo Giudizio Universale|

Matta-Clark

Un anarchitetto è un architetto di formazione che non si cura di costruire edifici ma, animato dal suo spirito anarchico, si occupa di rintracciare e creare informazioni sociali e nuovi spazi da quelli esistenti che sono stati abbandonati. (altro…)

14 settembre 2018|4, Ufficio visti|

Prendi in affido un elettore

La discussione politica in Italia, quella in bocca alla gente comune prima che agli esponenti di partito, negli ultimi mesi si è fatta molto più frequente e accesa che negli anni precedenti. In sé potrebbe anche essere una buona notizia. Il primo difetto che si rileva, tuttavia, è che essa si risolve, quasi esclusivamente, nella discussione sui migranti. (altro…)

14 settembre 2018|5, Il futuro della democrazia|

Pipp food/11

Ogni settimana le recensioni di Michele Raviolino sulle trattorie (altro…)

14 settembre 2018|6, Fuori strada|

Lo straniero

Ri/Leggere il grande romanzo di Camus. Con l’aiuto di una sua auto-recensione.

Il suo titolo è “Lo straniero”. L’apice della drammaticità è l’omicidio che segue la tensione tra un uomo di origini francese e un arabo. Il protagonista sembra incapace di andare oltre le sensazioni superficiali che gli trasmette il presente, come si dice abitualmente facciano i ragazzi che fissano per ore lo schermo dello smartphone. Quando sono passati oltre 75 anni dalla scrittura di un libro che quasi abbraccia il presente è la prova che si tratta di un’opera universale, che avrà sempre qualcosa da dire sul mondo che viviamo nel momento in cui lo leggiamo: specie se tratteggia un’esperienza interiore che segna l’umanità in quanto tale, l’esperienza dell’assurdo. L’incipit dello Straniero è uno dei più noti della letteratura del Novecento: “Oggi, mia madre è morta. O forse ieri, non lo so”. Non è questa una frase che definiremmo assurda? (altro…)

27 luglio 2018|8, Sulla scrittura|

Quando l’autocertificazione è fuori luogo

Le decisione di autorizzare l’iscrizione scolastica in presenza di un’autocertificazione dei genitori sulla vaccinazione riporta al centro  dell’attenzione pubblica una figura ibrida, molto menzionata ma poco esplorata: l’autocertificazione. Proviamo a spenderci qualche pensiero, non solamente giuridico. Normalmente noi non ci “certifichiamo” ma ci presentiamo per come siamo, il che può originare nel prossimo delle certezze o delle presunzioni: se incontro qualcuno per strada sono certo che è vivo, se apre la porta di una casa alla quale busso tutti i giorni presumo che lì dentro abiti oppure lavori. (altro…)

13 luglio 2018|12, Limite di velocità|

Giacomo Agostini

Tra il 1965 e il 1975 il signore assoluto delle due ruote è Giacomo Agostini, dominatore sulla sua Mv Agusta delle categorie 350 e 500, con grande dispetto delle case giapponesi che puntavano proprio su quelle cilindrate, le più potenti e dunque le più popolari, per garantirsi un cospicuo ritorno pubblicitario. (altro…)

14 settembre 2018|7, Storia e storie dello sport in Italia|

Psicologia della punteggiatura/1. Il punto

Il punto sta andando incontro, nell’uso della lingua scritta, a un duplice e contraddittorio destino. Nello scritto comune, sempre più mediato dallo smartphone, scompare (ricordo altresì che il testo digitato non è uno scritto ma uno scriparlato: l’ho spiegato qui). (altro…)

20 luglio 2018|9, Sulla scrittura|

La Igeneration: ritratto dei nati tra il 1995 e il 2012

Cosa distingue gli adolescenti nati tra il 1995 e il 2012 dalle generazioni che li hanno preceduti? Una cosa, specialmente: il modo in cui passano il tempo. Nella giornata, mediamente, due ore e un quarto a mandare messaggi con il cellulare, due ore su Internet, un’ora e mezza con qualche gioco elettronico e circa mezzora in video chat. (altro…)

13 luglio 2018|11, Web philosophy|

Occupy Silicon Valley

  1. Nessuno può accumulare ricchezze pari al PIL di un continente.

  2. La mancanza di lealtà fiscale è del tutto inaccettabile quando i profitti sottratti, da soli, risolverebbero problemi vitali per la comunità.

  3. La tecnologia non può distruggere la dignità del lavoro né compromettere la futura struttura del mercato del lavoro senza che sia dimostrata una “copertura” del costo sociale.

  4. Vanno disincentivati e proibiti i monopoli, anche e specialmente nel campo delle nuove tecnologie.

  5. Non si possono rendere disponibili per gli adolescenti servizi e strumenti dei quali gli effetti non siano stati ancora testati scientificamente o siano stati determinati negativamente. (altro…)

9 febbraio 2018|13, Il futuro della democrazia, Web philosophy|

Sempre attuali

Forse vi siete persi…

Lo straniero

Stretti e contraddetti

Versi, versi pure

È il turno di Renata Sguotti

Così comincia il romanzo/7

Articoli consigliati